Bologna, 6 settembre 2017 - Un uomo si è sentito male poco prima delle 11 in via Galliera, all'angolo con via Riva di Reno, forse colpito da infarto. E' stato prontamente soccorso, con il massaggio cardiaco e il defibrillatore, dal droghiere della vicina Drogheria della Pioggia e da un tassista arrivato grazie all'app del soccorso che i tassisti hanno in collaborazione con il 118 (VIDEO). Ai soccorsi ha partecipato anche un agente Polfer libero dal servizio. L'uomo è stato rianimato in attesa dell'arrivo dei medici. 

“La vicenda di questa mattina conferma la lungimiranza dell’investimento  in formazione di laici a supporto delle attività di soccorso in emergenza - afferma l'assessore Luca Rizzo Nervo -. Si tratta del quinto caso in poco più di un mese nel quale personale non sanitario presente sul luogo dell’evento e addestrato all’utilizzo del defibrillatore ha potuto prestare soccorso anticipando così l’arrivo del 118 ed incidendo sensibilmente sull’esito della vicenda che, come è noto, si giova molto della tempestività dell’intervento. In questo caso il soccorso ha avuto come protagonisti un commerciante ed un tassista, entrambi dotati di defibrillatore e addestrati alle manovre di rianimazione. La partnership che Comune e 118 Bologna Soccorso hanno avviato con Cotabo un paio di anni fa, mostra, dunque, i suoi frutti. A tutt’oggi sono 20 i taxi dotati di defibrillatore a bordo impegnati in città".