Bologna, 19 maggio 2017 - Dopo tante proteste dei residenti, il Comune ha deciso di intervenire nel piano sosta della zona della Birra, vicinissima all'aeroporto Marconi e che, proprio per questo, soffre da sempre dell'invasione di chi punta a risparmiare sulle tariffe della sosta a lungo termine. L'obiettivo è riguadagnare spazio alla sosta per i residenti e regolamentare tramite disco orario con limitazione 2 ore tra le 9 e le 11 e tra le 16 e le 18 la sosta dei non residenti in via della Birra, via Berleta, via Ottaviano, via Marco Antonio, via Traversa, via Magellano, via Fava. In via del Triumvirato la nuova regolamentazione riguarda i numeri civici dal 52/3 al 58, dal 105 al 121, dal 22/3 al 22/4; nel tratto di via dalla Ferrovia a alla rotonda Faccioli il limite della sosta con disco orario sarà di un'ora senza eccezione per i residenti.

L'intervento - spiega l'amministrazione- è frutto del lavoro congiunto fatto dall'assessorato alla mobilità e dal quartiere Borgo Panigale - Reno. L'assessore Irene Priolo a novembre ha raccolto la richiesta arrivata dal Quartiere e in questi mesi è stato redatto il nuovo piano di regolamentazione della sosta in zona Birra che comporterà anche l'installazione di una nuova segnaletica

Le nuove regole sono state illustrate in una commissione a cui hanno partecipato l'assessore Priolo, i tecnici del Comune, il presidente Vincenzo Naldi e oltre duecento residenti. Alla nuova regolamentazione della sosta si aggiungono altri provvedimenti per tutelare i pedoni: saranno tracciati nuovi percorsi pedonali e istituite nuove zone 10 km/h con precedenza ai pedoni sulle vie Traversa, Magellano, e su alcuni punti di via Triumvirato.

I residenti da lunedì 22 potranno compilare il modulo di autocertificazione che si potrà trovare anche nei negozi di vicinato della zona Birra o che si potrà scaricare dal sito del Quartiere Borgo Panigale - Reno. Il modulo potrà essere inviato via posta elettronica, fax, inviato tramite raccomandata o consegnato di persona alla sede del Quartiere. I dati contenuti nell'autocertificazione verranno verificati per accertare la residenza effettiva e andranno a comporre la white list dei residenti della zona Birra che verrà comunicata alla Polizia Municipale.