Bologna, 3 ottore 2017 - Dopo una lunga gestazione e non pochi intoppi, è stato messo a punto l’iter per l’invio dei certificati vaccinali per gli studenti tra i 6 ei 16 anni che frequentano elementari, medie e superiori (per lo più il biennio) in Emilia Romagna. 

Le famiglie dovranno adempiere all’obbligo e consegnare in segreteria, se richiesti,  i ‘curricula’ vaccinali dei figli entro il 31 ottobre. Alla  Ausl spetterà l’onere di verificare se ci sono inadempienti rispetto alle vaccinazioni rese obbligatorie per legge, sollecitarli alle vaccinazioni mancanti, quindi segnalare il tutto alle scuole.

A mettere a punto la procedura, l’assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi e il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Stefano Versari.

Vaccini, Versari: "A scuola nessun posto di blocco"

Per rendere più semplice la vita alle famiglie, secondo «quanto ritenuto ammissibile dal Garante per la protezione dei dati personali», i presidi «procederanno all’invio degli elenchi degli iscritti delle proprie scuole ai referenti delle Ausl di pertinenza, al fine di consentire a queste ultime la verifica diretta della situazione vaccinale di ogni iscritto», si legge sulla comunicazione inviata alle scuole emiliano romagnole. Il tutto deve avvenire entro il 10 ottobre. «In questo modo l’Ausl potrà procedere all’attività di verifica delle singole posizioni».


Dopodiché, entro il 20 ottobre, «le Ausl provvederanno a comunicare alle singole scuole unicamente i nominativi degli alunni per i quali, per qualsivoglia motivazione, non si sia potuto appurare l’avvenuto adempimento dell’obbligo vaccinale. Accanto a detti nominativi comparirà la dicitura “da esaminare”».

«Contestualmente, le Ausl avvieranno le procedure di loro competenza concernenti le situazioni esaminate dalle quali risulti il mancato rispetto dell’obbligo vaccinale. In questi casi i genitori saranno convocati dall'Azienda Usl per un colloquio informativo sulle vaccinazioni e per sollecitare a farle. Per le famiglie inadempienti sono previste sanzioni economiche». Ma non l’allontanamento da scuola come per nidi e materne, trattandosi, in questo caso, di scuola dell’obbligo.

Per quanto riguarda gli « alunni “da esaminare” – si legge sulla circolare -, le scuole provvederanno ad acquisire dai genitori o da chi eserciti la potestà genitoriale, entro il 31 ottobre 2017, la documentazione prevista dalla normativa vigente. In caso di mancata consegna della documentazione, segnaleranno, con le modalità già indicate, il mancato adempimento alle Ausl, per i seguiti di competenza».

Per ulteriori informazioni le famiglie possono consultare i siti delle Aziende Usl e i seguenti siti regionali: www.ascuolavaccinati.it o salute.regione.emilia-romagna.it/vaccinazioni-infanzia-e-adolescenza; è possibile, inoltre, chiamare il numero verde regionale 800 033.033, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18, il sabato dalle 8.30 alle 13.