Bologna, 4 novembre 2017 - Più di 600 ettolitri di vino, pronti per essere imbottigliati e venduti da un’azienda di Imola, nel Bolognese, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo durante un controllo della Guardia di Finanza insieme ai funzionari dell’Ispettorato repressione frodi del ministero delle Politiche agricole: la presenza in cantina non corrispondeva alla contabilità aziendale, superando le eccedenze consentite.

Oltre al sequestro del vino, per un valore di circa un milione, è scattata anche una multa da 50.000 euro per la violazione delle normative di settore. Le discrasie tra il prodotto e la contabilità hanno portato anche al ‘declassamentò di altri 4.700 ettolitri, da una categoria superiore ad una inferiore: da Docg, Doc e Igt fino a comune vino da tavola.