Bologna, 20 marzo 2017 – Due nuovi corsi di laurea magistrale in lingua inglese per formare, nel cuore della motor valley, gli ingegneri di eccellenza del futuro nel settore automotive. E da oggi, dopo sei intensi mesi di lavoro da parte dell’amministrazione regionale, partono le iscrizioni per i corsi che sono stati pensati per preparare i futuri ingegneri con la vocazione per i motori. Formalmente si chiamano Advanced automotive engineering e Advanced automotive electronic engineering, in pratica i corsi si declinano in sei percorsi di studio articolati che sono stati messi in pratica con la collaborazione di quattro grandi università emiliane, riuninte a formare la Motorvehicle university of Emilia-Romagna (Muner): Bologna, Modena e Reggio, Ferrara e, infine, Parma.

Le grandi industrie pronte ad assumere, in un prossimo futuro, questa nuova generazione internazionale di tecnici specializzati, oltre a collaborare al loro percorso di studio, sono tante e prestigiose: in rigoroso ordine alfabetico, Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas F1 Team, Magneti Marelli, Maserati e Toro Rosso. Il meglio, insomma, che l’Emilia dei motori possa offrire, per un progetto unico nel panorama italiano e straniero che, secondo il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, “rappresenta un risultato straordinario e dimostra concretamente quanto in alto puntiamo sui versanti accademico e industriale”.

Il colpo d’occhio, questa mattina sotto la Regione, era già l’esempio pratico di questa grande progetto. Una lunga fila di auto e moto, da corsa e da strada, in rappresentanza delle nostre maggiori eccellenze motoristiche.