Bologna, 20 novembre 2017 -  Tra un colpo di spazzola e una passata di phon, Cosmoprof diventa sempre piu' internazionale. Oggi, in occasione dell'edizione autunnale di On Hair, la manifestazione che porta a Bologna parrucchieri e hair stylist da tutta Italia (12.000 quest'anno), sono stati illustrati i risultati finali di Cosmoprof Asia, che si e' tenuto dal 15 al 17 novembre ad Hong Kong. Nei tre giorni il salone della bellezza, assieme a Cosmopack Asia (dal 14 al 16), ha ospitato oltre 80.000 operatori professionali, con un aumento del 9% rispetto allo scorso anno.

Gli espositori nei due quartieri sono stati 2.877, provenienti da 54 paesi diversi, il 7% rispetto all'edizione 2016. In crescita anche l'area espositiva, che quest'anno ha raggiunto i 108.600 metri quadrati, l'11% in piu'. Espansione legata proprio al lancio di Cosmopack Asia, che ha totalizzato 843 espositori su 38.600 metri quadrati.

"In questo settore stiamo raccogliendo tante soddisfazioni e apprezzamenti", sottolinea il presidente della Fiera di Bologna, Gianpiero Calzolari, che ha ricordato tutte le iniziative all'estero, non solo quelle legate al mondo della bellezza, a cominciare dal mini-salone del libro per ragazzi che si terrà a giungo a New York.

"Bologna ci tiene alla bellezza", è il saluto del sindaco Virginio Merola ai professionisti delle acconciature presenti oggi in Fiera. "Cosmoprof e' la nostra ammiraglia. Ormai da realtà nazionale ha una dimensione internazionale. Questa e' una strada obbligatoria, che grazie all'esperienza degli anni precedenti possiamo percorre con know-how che ci permette di andare all'estero anche con fondamentali economici di grande soddisfazione", osserva Calzolari, annunciando un nuovo evento a Shanghai sul beauty. "Abbiamo una delle fiere più internazionali. Proseguiamo su questa strada", sprona Merola.