Bologna, 5 ottobre 2017 – Quelle pronunciate dal Papa domenica scorsa in piazza Maggiore non erano frasi fatte. Le lodi al sistema Emilia e l’appello per l’occupazione trovano concretezza in ‘Insieme per il lavoro’, il protocollo sottoscritto il 22 maggio scorso da Comune, Città Metropolitana, Arcidiocesi e Fondazione San Petronio Onlus. Il progetto, infatti, entra nel vivo. Oggi dalle 17.30 alle 18.30 è in programma a Fico un incontro tra il sindaco Virginio Merola, il vescovo Matteo Maria Zuppi e le maggiori imprese e cooperative del territorio, alle quali sarà proposto di aderire all’iniziativa.

Tra le oltre 80 realtà ci saranno Bonfiglioli, Camst, Carpigiani, Cefla, Coesia, Gruppo Maccaferri, Granarolo, Ikea, Ima, Lamborghini, Manutencoop, Marchesini Group, Marposs, Metalcastello, Philip Morris, Pizzoli, Sacmi Imola, Saca, Unipol, società partecipate (come Hera e Interporto), enti di formazione, associazioni di categoria e tante piccole imprese e cooperative sociali. Hanno già aderito associazioni di imprese e organizzazioni sindacali come Alleanza delle Cooperative Italiane, Cna, Confartigianato, Confcommercio Ascom, Confesercenti, Confindustria, Cgil, Cisl E Uil.

Alle imprese sarà chiesto tra le altre cose di definire i fabbisogni di inserimento lavorativo, coprogettare i percorsi di formazione e orientamento, accompagnare i progetti di autoimpiego e di economia sociale. L’obiettivo è chiaro: dare una risposta a chi ha perso il lavoro e vuole cogliere nuove opportunità di occupazione

Ad alimentare il progetto per i primi quattro anni contribuiranno 14 milioni di euro, 10 messi a disposizione dal Comune di Bologna e 4 dall’Arcidiocesi. Denaro al quale si aggiungeranno altre risorse, come quelle stanziate per i bandi promossi dal Comune, ‘Incredibol’ e ‘BolognaMade’. Alla promozione ci hanno pensato direttamente il sindaco Merola e il vescovo Zuppi, che hanno girato un video spot.