Bologna, 29 gennaio 2016 - Ora c’è anche l’accordo: la Sintexcal, l’azienda produttrice di conglomerati bituminosi e asfalti, lascerà il sito di via Agucchi.

Dopo anni di battaglie legali e contestazioni da parte dei residenti, che lamentavano pericoli per la salute, la giunta comunale ha approvato l’accordo di programma con l’azienda ferrarese per la chiusura dell’attività e la riconversione dell’area.

La Sintexcal – si legge nella delibera – “si è dimostrata disponibile alla cessazione dell’attività industriale con delocalizzazione e riorganizzazione della produzione in altri siti di sua proprietà fuori dal territorio del Comune di Bologna”.

In cambio, l’amministrazione ha previsto alcune destinazioni d’uso particolari per l’area: 4.664 metri quadrati di superficie residenziale, di proprietà dell’azienda che deciderà cosa farne; 1.570 metri quadrati di parcheggi pubblici che la Sintexcal dovrà cedere; una struttura polivalente, che diventerà del Comune, all’interno dell’area sportiva a est di via Agucchi, predisponendo anche un percorso ciclopedonale in zona.

Il centro polivalente, inoltre, sarà dotato di una sala da 300 metri quadrati, frazionabile in tre spazi da 100 l’uno, più servizi e piccolo magazzino.

A completamento dell’accordo, però, ci sono anche dei vincoli: per il Comune, di approvare il piano operativo comunale prima della scadenza del mandato e per l’azienda, di rinunciare a tutte le cause pendenti ancora in piedi al Tar e al Consiglio di Stato.