Zola Predosa, 16 ottobre 2017 - Con una festa alla quale hanno partecipato centinaia di persone, nella zona industriale di Zola, la macelleria Zivieri di Monzuno ha inaugurato il suo nuovo laboratorio di lavorazioni di carni con negozio in via Dozza. Uno spazio di oltre cinquecento metri quadrati di superficie in cui il macellaio degli chef ha esteso la sua attività di trasformazioni delle carni di eccellenza distribuite un po’ in tutta Italia, e che da metà novembre sarà la base operativa per la fornitura del ‘teatro della carne’ e altri locali di Fico (Fabbrica italiana contadina) a Bologna.

Sabato alle 12  c’è stato il taglio del nastro e la benedizione della nuova struttura, alla presenza anche del sindaco di Zola Stefano Fiorini, del parroco don Daniele Busca, poi ancora di Enrico Postacchini e Giancarlo Tonelli, rispettivamente presidente e direttore di Confcommercio Ascom.
Insieme alla famiglia Zivieri, con nonno Graziano in prima linea, si è svolta la cerimonia di inaugurazione davanti all’ingresso dello spaccio aziendale, già aperto al pubblico. "È un bel segnale per il nostro territorio, dove si insedia un’attività di altissima qualità e che in questa importante operazione ha assunto quattordici persone", le parole del primo cittadino Fiorini in apertura della cerimonia.

"È una giornata di festa, che vogliamo condividere con tutti: amici, fornitori, collaboratori, clienti di oggi e di domani – ha aggiunto a sua volta Aldo Zivieri –. Per noi è un passaggio importante. Qui lavoriamo le carni e anche il pubblico può acquistarle: dai polli delle Conchiglie ai maiali, i bovini e la selvaggina, con la quale abbiamo realizzato forse la prima filiera etica nazionael", ha concluso Zivieri, affiancato come sempre in questa avventura da tutta la famiglia. 
 

g. m.