Bologna, 6 dicembre 2017 - Due grandi rossoblù tra i grandi del calcio italiano: Renato Dall'Ara, Presidente degli ultimi cinque scudetti, e Arpad Weisz, allenatore del Bologna "squadrone che tremare il mondo fa" con cui vinse due titoli di Campione d'Italia ed il Torneo dell'Expo universale di Parigi, sono infatti stati inseriti, alla presenza del Direttore Generale della FIGC Michele Uva, nella Hall of Fame della Federcalcio.

Da ieri nell’Olimpo dei più grandi ci sono dunque anche il Presidente reggiano in carica sotto le Due Torri dal 1934 al 1964 a cui è intitolato lo stadio comunale del capoluogo emiliano e il tecnico ungherese fortemente legato a Bologna, ma costretto a lasciare l'Italia per l'applicazione delle leggi razziali, a cui è intitolata la Curva che sta sotto San Luca. Dall'Ara e Weisz sono così entrati ufficialmente nella lista dei 76 nomi che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del calcio. La cerimonia di premiazione si terrà nella prossima primavera.