Bologna, 17 dicembre 2017 -  Il Bologna crolla in casa sotto i colpi della Juventus che al Dall'Ara vuole tenere il passo del Napoli capolista: davanti ad oltre 29mila spettatori, tra i quali il Presidente Joey Saputo ed il sindaco Virginio Merola finisce 3-0 per i bianconeri di Max Allegri (FOTO). Nel corpo dei rossoblú la rabbia accumulata a San Siro per la scofitta contro il Milan non c'è piú, o se c'è ancora sicuramente è molto ben nascosta.

I ragazzi di Roberto Donadoni, che sceglie Okwonkwo per sostituire l'infortunato Palacio, quasi senza accorgersene, rimediano tre schiaffoni da Pjanic, Mandzukic e Matuidi e finiscono mestamente Ko. La partita viaggia subito a ritmo da crociera: gli ospiti provano ad impostare il gioco nella metà campo avversaria ma sbagliano tanti passaggi e non riescono mai a rendersi realmente pericolosi.

I rossoblú si adeguano al ritmo e cosí per vedere la prima accelerata bisogna aspettare Donsah: al 25' Pulgar recupera il pallone e innesca la ripartenza del compagno di reparto. Il centrocampista ghanese arriva al limite dell'area, elude l'intervento di Benatia, ma il suo tiro, troppo debole, è facile preda di Szczesny. Il portiere bianconero risponde presente alla prima telefonata della gara, quello rossoblú invece no. Al 27' Mirante si fa infatti piegare le mani dalla punizione dal limite, ma leggermente defilata di Pjanic e la Juventus con il primo tiro nello specchio della porta si trova già in vantaggio.

Il tentativo di reazione del Bologna allo svantaggio rimane solo un tentativo abbozzato. Il possesso palla nella metà campo ospite sterile, la manovra troppo lenta e cosí al 36' sono ancora i bianconeri a trovare la via della rete Mbaye si lascia scavalcare dal lancio di Pjanic per Mandzukic, Mirante è poco reattivo sul diagonale dell'attaccante croato: si confeziona cosí il doppio vantaggio degli ospiti. La partita termina qui, con quasi un'ora di anticipo sul triplice fischio di Banti, perchè i rossoblú non riescono mai a reagire.

Nella ripresa c'è cosí il tempo solo per il tris firmato da Matuidí. Il centrocamposta juventino spedisce in rete di controbalzo, la respinta di testa di Helander. Inutile anche il cambio di modulo di Donadoni che con i neo entrati Petkovic e Falletti passa dal 4-3-3 al 4-2-3-1 e sono solo due interventi di Mirante, di pugni su Higuain, e a mano aperta su Dybala ad evitare il poker. Inevitabile invece l'ottava sconfitta del campionato.

Bologna, Donadoni alza bandiera bianca: "Juventus di un altro pianeta"

Il tabellino 

BOLOGNA - JUVENTUS 0-3

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gonzalez, Helander, Masina; Poli, Pulgar, Donsah (20'st Falletti); Verdi,  Destro (8'st Petkovic), Okwonkwo (25'st Krejci), In panchina: Da Costa, Ravaglia, Nagy, De Maio, Taider, Crisetig, Maietta, Torosidis. Allenatore: Donadoni
JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Benatia, Barzagli, Alex Sandro; Khedira, Pjanic (41'st Marchisio), Matuidi; Douglas Costa (25'st Bernardeschi ),
Higuain, Mandzukic (31'st Dybala) In panchina: Pinsoglio, Loria, Rugani, Sturaro, Asamoah, Bentancur, Pjaca. Allenatore: Allegri
ARBITRO: Banti di Livorno
RETI: 27'pt Pjanic, 36'pt Mandzukic; 19'st Matuidi
NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Higuain, Masina, Petkovic, Mbaye. Angoli: 7-3 per la
Juventus. Recupero: 0'; 4'.

IL TABELLONE DELLA SERIE A

Risultati - Classifica

Rivivi la diretta cliccando qui.