Bologna, 20 dicembre 2017- "Ora pensiamo solo al Chievo". La concentrazione di Ibrahima Mbaye, questo pomeriggio al Macron/Bfc Store per incontrare i tifosi rossoblù, è tutta rivolta alla prossima sfida di campionato al Bentegodi. La sconfitta con la Juventus non ha lasciato scorie: "È vero - ammette il terzino senegalese - che contro le grandi squadre stiamo facendo fatica a fare punti,  ma stiamo lavorando per migliorare questo aspetto. La sconfitta non ha creato problemi in spogliatoio e anzi dalla gara di domenica contro la Juventus abbiamo imparato tanto e magari potrà servirci per il futuro".

Futuro che adesso si chiama Chievo: "Cercheremo di andare a Verona per fare una bella partita, perché - dice Mbaye - la prossima è sempre la più importante".

Nel presente di Mbaye c'è invece la trattativa per il rinnovo contrattuale, ma il ragazzo classe '94 non si sbilancia: "Io sto bene a Bologna - racconta -. La società sta parlando con mio papà -aggiunge riferendosi al procuratore Beppe Accardi -, ma io penso solo al campo e queste non sono cose che mi riguardano".

Se non parla del contratto Mbaye parla invece a difesa del suo compagno apparso in difficoltà nelle ultime uscite: "Mirante? Lo vedo sereno. Gli errori capitano a tutti, ma lui è un grande portiere e tante partire le abbiamo pareggiate o vinte grazie alle sue parate". La squadra intanto oggi ha proseguito la preparazione alla gara con il Chievo. Rodrigo Palacio si è ancora allenato a parte dal resto del gruppo.

Collare d'oro al merito sportivo