Bologna, 13 settembre 2017- Nastro tagliato alle 19,30: il nuovo store Macron / Bfc apre in galleria Cavour (FOTO). Animato dalla dj Brina Knauss e dalle centinaia di tifosi rossoblù accorsi per vedere il nuovo negozio del Bologna, l'ambiente si è ulteriormente riscaldato all'arrivo di Verdi, Destro, Mirante, Masina, Mbaye e Nagy pronti a fare foto e autografi.

"La gara più difficile - ha dichiarato Mirante presente nonostante una leggera influenza, ma non a rischio per il derby dell'Appennino - sarà proprio quella di sabato perché dobbiamo dare segnali di continuità, quella continuità che l'anno scorso ci è mancata. Sul gol di Callejon contro il Napoli ho dovuto decidere in un secondo cosa fare. Propriamente avrei potuto aiutare di più Masina e anche lui è stato ingannato dalla traiettoria del pallone servito da Insigne".

Impeccabile invece la prova di Mirante a Benevento anche se a salvare la sua porta è servito l'aiuto della tecnologia Var: "A Benevento - dichiara il portiere rossoblù - è stato bellissimo perchè è stato giusto così".  Di continuità di rendimento parla anche Marco Di Vaio: "Dobbiamo dare continuita - dice il dirigente -. Contro il Napoli ho visto una squadra spregiudicata ma che si è sacrificata. Contro la Fiorentina - continua - non so se partiremo con il 4-2-3-1, ma con questo modulo dopo la figuraccia con il Cittadella abbiamo dimostrato di riuscire a produrre buon calcio".

Infine da ex collega Di Vaio dice la sua anche su Palacio e Destro: "Palacio - racconta - è un grande giocatore che mi ha sorpreso per la tenuta fisica. Mattia invece non ha bisogno di motivazioni, ma solo del gol per sbloccarsi".

Contento dell'inaugurazione l'ad Claudio Fenucci: "Fa molto piacere inaugurare questo negozio- dichiara -. A Firenze ci aspetta una partita difficile, perché loro avranno entusiasmo dopo Verona, ma noi andremo là per giocarcela".

L'IMPRESA / Il tifoso Corvinelli a piedi verso il Franchi. Foto e Video