Bologna, 17 novembre 2016 - Fico Eataly World, il più grande parco agroalimentare del mondo, in costruzione al mercato ortofrutticolo di Bologna, aprirà il 4 ottobre 2017, in occasione della festa di San Petronio, patrono della città e della diocesi. E' questo l'auspicio del sindaco Virginio Merola. Il primo cittadino è a New York per partecipare alla conferenza stampa di presentazione della Fabbrica Italiana Contadina alla stampa americana, a Eataly Flatiron. "I lavori avanzano secondo il programma - ha detto Merola - e come sindaco di Bologna ci terrei molto che la data di inaugurazione fosse il prossimo 4 ottobre, il giorno di San Petronio, il nostro Patrono".

LO SPECIALE - FICO EATALY WORLD

"Bologna, fin dalla sua fondazione, è sempre stata un crocevia di relazioni con il mondo - ha proseguito il sindaco - e la nostra vera tradizione è sapere innovare, il segreto sta in questi due ingredienti: produrre conoscenza nel tempo, a cominciare dalla nostra Università, dalle nostre imprese e dalle nostre scuole e saperlo abbinare con una generale attenzione alla cultura. In particolare la cultura del cibo fa parte della nostra migliore tradizione e Fico (foto) vuole innovare questa tradizione assieme a tutta l'Emilia Romagna per presentare al mondo un progetto completamente nuovo. Fabbrica Italiana Contadina sarà un luogo dove si potrà toccare con mano come si produce, come si alleva e come si gusta il cibo italiano". Sarà anche un luogo dedicato all'educazione alimentare: "Non a caso Fico nasce a fianco della nostra scuola di Agraria, sarà un luogo che ospiterà le scuole di tutta Italia e di tutto il mondo, per far capire anche come si lotta contro lo spreco", prosegue il primo cittadino di Bologna.

"La nostra città, nei primi nove mesi del 2016, ha aumentato i turisti internazionali del 10% - dice ancora Merola - registriamo oltre un milione di pernottamenti di turisti internazionali e gli Stati Uniti d'America rappresentano il principale Paese di provenienza".

Il patron di Eataly, Oscar Farinetti, ha sottolineato l'unicità del progetto: "Sarà la più grande esposizione al mondo sul cibo, il più grande investimento al mondo sul cibo, la più grande passerella di biodiversità al mondo e di bellezza italiana". Eataly World non sarà replicata altrove: "Sarà solo a Bologna per una serie di ragioni -, ha detto Farinetti -.Bologna è la capitale di una regione che è la migliore per biodiversità e i prodotti di eccellenza DOP. Ha la più antica università al mondo. È perfetta logisticamente. In Italia arrivano 50 milioni di turisti all'anno, ne vogliamo cento, e vogliamo che tutti vengano al Fico».

Fico Eataly World avrà 80.000 mq dedicati alle eccellenze agroalimentari e alla cultura enogastronomica italiana. Il questo modo Bologna conferma il suo ruolo di primo piano nel panorama nazionale ed europeo, nell’ambito della sostenibilità e della promozione enogastronomica d'alta qualità. Per Bologna il progetto si configura come un’ulteriore svolta nell’immagine internazionale della città.

LEGGI ANCHE - Presentata la Fondazione Fico