Bologna, 22 novembre 2017 - Centomila persone hanno visitato Fico Eataly World nei suoi primi 5 giorni di vita, da martedì 14, l’anteprima dedicata alla città, fino a domenica scorsa. Una media di circa 20mila persone al giorno, superiore alle 12mila presenze registrate il giorno dell’inaugurazione con il premier Paolo Gentiloni e alle 16mila di media previste a regime.

Buona la presenza di visitatori stranieri, che ha rappresentato il 10% circa del totale di questi giorni, e di quelli provenienti da fuori regione. Tra loro anche un gruppo di 50 dirigenti scolastici provenienti principalmente dal centro Italia, venuti a visitare la struttura in vista di una possibile gita didattica di fine anno. Molto visitati, ovviamente, negozi e ristoranti, che in cinque giorni hanno totalizzato un fatturato superiore al milione di euro.

Cosa è piaciuto di più? In cima ci sono le stalle, le visite guidate alle filiere (in pole position c’è quella della pasta) e gli accessi alle sei giostre multimediali. Richiesti anche i 21 corsi già attivati, con circa 6mila prenotazioni già effettuate sul sito per i prossimi dieci giorni.

SPECIALE Fico Eataly World, tutto quello che c'è da sapere

image

"Siamo soddisfatti di questo inizio – spiega Tiziana Primori, ad di Fico Eataly World –, e felici del fatto che il parco sia stato visitato così come immaginavamo che avvenisse, ovvero con molta attenzione anche alle cose da vedere, da capire e da imparare".

Le critiche, certo, ci sono state anche quelle. Quella che ha fatto più rumore arriva dal Guardian, settimanale inglese, che ha paragonato Fico a un ‘megamart’ americano. Tra i visitatori, invece, i problemi segnalati riguardano in primo luogo la viabilità interna e la gestione dei parcheggi. Conferma Primori «Stiamo provvedendo in questi giorni a migliorare la segnaletica per le auto. Abbiamo ricevuto e accolto di buon grado, infatti, segnalazioni sulla cartellonistica», che in alcuni casi è risultata poco chiara. «Del resto – spiega Primori –, un posto così grande lo si può immaginare nel modo più preciso e accurato possibile, ma è solo con l’arrivo delle persone che si possono capire le necessità vere».

Regola che vale anche in positivo: le speciali bici per girare all’interno del parco vengono letteralmente prese d’assalto. "La possibilità di poter girare nel parco in bici è stata graditissima fin dal primo giorno – conferma l’ad –, così come è alto l’indice di gradimento del trenino che percorre il parco dall’esterno".

La mappa di Fico - Come arrivare

FICOFOTO_26795718_221302