Bologna, 4 dicembre 2017 – Sconfitta dopo la battaglia del PalaVerde, la Fortitudo Consultinvest si gode una giornata di riposo. Il ko contro Treviso, la seconda consecutiva non cambia nella sostanza l’inizio di campionato della Effe, anche se permette alla capolista Trieste di allungare ancor di più, e mette sotto la lente di ingrandimento la situazione di una Fortitudo sottotono e praticamente sempre costretta a rincorrere gli avversari. In attesa di definire il passaggio di Guido Rosselli dalla Virtus, in casa Fortitudo da domani si torna al lavoro per preparare la sfida di domenica prossima contro Forlì.

“Non sono contento della prestazione della squadra, ma posso esserlo della reazione della squadra – ha confermato il tecnico Matteo Boniciolli - non abbiamo mai mollato, senza prendere una imbarcata come è successo a Treviso. Ci sta di perdere a Treviso, ma non lo avessimo fatto la settimana scorsa in casa contro Ravenna adesso saremmo con un record di 8 vittorie in 10 partite. Dobbiamo recuperare giocatori come Fultz che ora come ora è imbarazzante, altri che sono stanchi come Cinciarini, e abbiamo commesso errori tecnici migliorabili. Ricordo che siamo 7-3, e che invece Treviso è 5-5, adesso cercheremo di fare quel che dobbiamo per entrare nelle Final Four di Coppa Italia. I giocatori si sono guardati, si vede che c’è voglia di far meglio di questo 70 cento che è il nostro bilancio attuale. I giocatori hanno capito quanto hanno sciupato con Ravenna ora dobbiamo recuperare in altre gare quei 2 punti persi con i romagnoli”.