Bologna, 30 ottobre 2017 – Punto e a capo. La striscia di vittoria consecutiva della Fortitudo si è fermata a quattro e seppur dolorosa, nel punteggio e nella valenza (con i giuliani adesso solitari a guidare la graduatoria),la sconfitta di Trieste non inficia quello che fin’ora è stato il buon inizio di stagione di Mancinelli e compagni.

Certo non basta l’assenza di un elemento fondamentale come Cinciarini (per altro pareggiato da quella tra i biancorossi di Bowers) a spiegare da sola il ko, la Effe non ha girato come ci si poteva aspettare.

“Avevo detto alla squadra che questi erano forti, e oggi hanno tirato con percentuali irreali – sottolinea Marco Boniciolli - il grande rammarico è che per la prima volta in carriera ho avuto l’impressione di non aver preparato la squadra emotivamente. Abbiamo iniziato rispettando il nostro piano partita, attaccandoli in penetrazione. Legion ha sbagliato il +10, e da lì ci siamo innervositi e disuniti. Con Trieste siamo venuti meno; perdere combattendo ci sta, ma con questo nervosismo e frustrazione no, al di là dei loro grandi meriti. Dispiace, ora prepariamoci alle prossime partite, riflettiamo sulle nostre colpe sapendo che la vita va avanti e che abbiamo margini di crescita. Sono arrabbiato con me stesso, non con la squadra, ma anche sereno, peggio non può andare, ma se non ci siamo presentati in campo la colpa è mia. Non ci aspettavamo le loro percentuali da 3, con tanto di tabellata di Cavaliero: ci siamo abbattuti, ma è una lezione che arriva a 24 giornate dalla fine della regular season”.

Intanto i pochi biglietti ancora in vendita ai botteghini, per la sfida di domenica tra Fortitudo e Verona, sono giá disponibili sia al Fortitudo Point di via San Felice, che al Temporary Store riaperto proprio sabato allo Shopville Gran Reno.

In riferimento a Trieste – Fortitudo, il giudice sportivo ha inflitto un’ammenda di 495 euro, per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri e per lancio di un oggetto non contundente (bicchiere di birra) che provocava la temporanea sospensione della gara per permettere di asciugare il terreno di gioco, ai giuliani padroni di casa.