Porto San Giorgio (Fermo), 17 dicembre 2017 – Terza sconfitta nelle ultime quattro partite giocate per una brutta Fortitudo Consultinvest che nel bigmatch della dodicesima giornata cade rovinosamente per 83 a 65, a Porto San Giorgio in casa di Montegranaro e perde partita e secondo posto in classifica.

Al PalaSavelli è festa, con ovazione iniziale anche del pubblico marchigiano, oltre che dei 300 tifosi giunti da Bologna, per la Effe, ma è anche la giornata del Teddy Bear Toss. Così al primo canestro di Rivali in campo cade una pioggia di orsetti in campo da devolvere in beneficenza ai bambini ricoverati nei reparti di pediatria degli ospedali di Fermo, Civitanova Marche ed Ancona. Boniciolli manda in tribuna Bryan e Italiano e lancia Rosselli in quintetto insieme a McCAmey, Legion, Mancinelli e Pini.

L’inizio è tutto di Montegranaro che si porta avanti 8-0 al 2’. E’ capitan Mancinelli a sbloccare la Effe. Sulla tripla di Campogrande per l’11-2 al 5’, Boniciolli è costretto a chiamare timeout. La formazione marchiagiana allunga fino al 13-2 sulla successiva schiacciata di Zucca. Dopo la scarica a salve iniziale la Effe inizia a giocare e segnare, grazie soprattutto a Cinciarini autore di 8 punti nei primi 10’.

Al primo stop Montegranaro avanti 19 a 12. Il secondo quarto inizia con le triple di Gandini, Cinciarini e Chillo che ribaltano il punteggio, sul 19-21 che costringe i gialloblù padroni di casa a chiedere tempo. Altro blackout biancoblù con la Effe che torna a precipitare a -14, sul 39-25, sulla tripla di Guye al 17’. All’intervallo Montegranaro è avanti 43 a 31. Al ritorno in campo ci si attende una Fortitudo caricata dal suo condottiero e invece Corbett la sgonfia subito.

Al 23’ Montegranaro è avanti 51-31, con Mancinelli e compagni in rottura prolungata. Un parziale di 13-0 in poco più di 2’ riporta sotto la Effe, ma i marchigiani tengono la testa avanti grazie alle triple degli ex Campogrande e Amoroso. Al 30’ Montegranaro è avanti 60-48. L’ultimo sussulto della Effe arriva a inizio ultimo quarto. Due triple consecutive di Legion riportano i biancoblù a -7 sul 66-59, ma Montegranaro stringe i denti, difende l’esiguo vantaggio e addirittura nel finale, con una Fortitudo completamente svuotata di energie fisiche e soprattutto mentali, allunga chiudendo in trionfo. Per la Effe una brutta sconfitta che al di là del secondo in classifica perso deve far riflettere per come è arrivata.

Il tabellino:

XL Extralight Poderosa Montegranaro 83
Fortitudo Consultinvest Bologna 65

XL EXTRALIGHT PODEROSA MONTEGRANARO: Scocco ne, Rivali 12, Campogrande 8, Maspero, Treler, Palmieri ne, Zucca 6, Corbett 19, Amoroso 16, Powell 19, Gueye 3. All. Ceccarelli.
FORTITUDO CONSULTINVEST BOLOGNA: Cinciarini 19, Mancinelli 12, Legion 15, Fultz 2, Murabito ne, Montanari ne, Chillo 7, Gandini 8, Amici 2, Rosselli, Pini, McCamey. All. Boniciolli.
Arbitri: Moretti, Caforio, Wassermann.
Note: parziali 19-12, 43-31, 60-48
Tiri da due Montegranaro 20/34; Fortitudo 16/32. Tiri da tre 12/29; 8/30. Tiri liberi 7/8; 9/12. Rimbalzi 34; 36.