Bologna, 6 gennaio 2016 - Quest'anno la Dea Bendata ha scelto come prima meta Veronella, in provincia di Verona: è qui che è stato comprato il biglietto vincitore del primo premio della Lotteria Italia da 5 milioni di euro. 

Bologna e provincia, però, si sono potuti consolare con gli altri premi. Ecco i tre biglietti vincenti di seconda categoria del valore di 50.000 euro venduti nel Bolognese: B016705 venduto a Bubano, nell'Imolese, A345519 venduto a Bologna B252586 venduto a Castiglione dei Pepoli (Bologna).

Sono tre anche i biglietti che hanno vinto il premio di terza categoria del valore di 25.000 euro. Si tratta dei biglietti A 123399 venduto a Bologna, L 139722 venduto a Zola Predosa, e L 263042 venduto a San Giovanni in Persiceto.

Le vendite in Emilia Romagna

Quasi un biglietto su dieci della Lotteria Italia è stato venduto in Emilia Romagna: la regione si piazza al terzo posto su base nazionale con 840mila tagliandi staccati (+8,8%), il 9,7% degli 8,7 milioni venduti in tutta Italia. Come riferisce Agipronews, Bologna in testa sia per vendite assolute (290 mila biglietti, quarto miglior risultato tra la provincie italiane), si in crescita percentuale (+12,8%). Segue Modena a 127 mila biglietti (+8,2%), Parma è a 93 mila (+12,6%), Forlì-Cesena a 67 mila (unica provincia con il segno meno, con vendite in calo del 2,6%), mentre a distanza ravvicinata si piazzano Reggio Emilia (57 mila, +3,3%), Rimini (55 mila, +10,7%), Ferrara (54 mila, +9,6%) e Piacenza (53 mila, +6,8%). Chiude la classifica provinciale Ravenna con 41 mila biglietti venduti, il 2,6% in più rispetto allo scorso anno.

Come ritirare il premio

Tre mesi di tempo dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’elenco dei biglietti vincenti: è la “data di scadenza” della Lotteria Italia. I vincitori, ricorda Agipronews, hanno 180 giorni per riscuotere il premio, presentando il tagliando vincente, integro e in originale, negli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo oppure all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali. Il pagamento avviene entro 30 giorni dalla data di presentazione del biglietto. Il biglietto può anche essere spedito direttamente all’Ufficio Premi, con una raccomandata A/R, indicando le generalità, l’indirizzo del richiedente e la modalità di pagamento (assegno circolare, bonifico bancario o postale).