Bologna, 30 giugno 2015 - E’ Francesco Ubertini il nuovo Rettore dell’Università di Bologna (VIDEO). "Sarò il rettore di tutti. Da oggi al lavoro per fare tante cose tutti insieme" sono state le prime parole del nuovo Magnifico, che ha aggiunto: "Sono molto giovane ma ho le spalle larghe per portare avanti il progetto di rinnovamento che ho presentato in campagna elettorale". Sconfitto al ballottaggio lo sfidante Gianluca Fiorentini (già prorettore), che al primo turno era stato il più votato. Solo 73 i voti di scarto. L'ingegnere si è imposto superando al ballottaggio Gianluca Fiorentini con 1.420 voti contro i 1.347 del rivale. Praticamente inalterata l'affluenza: in tutto ci sono stati 4.568 votanti effettivi, otto in più rispetto al primo turno. Il voto 'pesato' da' una cifra leggermente inferiore.

Intervistato in rettorato dopo la vittoria, il nuovo rettore ha spiegato: "Ho portato avanti la necessità per il nostro Ateneo di cambiare passo, di cambiare nel senso di migliorarsi. In questo senso è una vittoria di discontinuità ma io questa parola non l'ho mai usata in campagna elettorale", ricorda Ubertini. "Il nostro - prosegue - è un grandissimo Ateneo con grosse potenzialità che deve esprimere. Per questo dobbiamo cambiare passo. Stiamo camminando, dobbiamo cominciare a correre". 

Ubertini sa che dopo una campagna elettorale piena di tensione e conclusa con un pugno di voti di vantaggio dovrà riannodare i rapporti all'interno del mondo accademici: incontrerà Ivano Dionigi, che sarà in carica fino al 30 ottobre, "ma anche Gianluca Fiorentini, sarà la prima persona che incontrerò". Priorità dunque seppellire l'ascia di guerra, soprattutto perché il favorito Fiorentini non aveva risparmiato critiche all'asse contro di lui costruito a tempi di record dopo il primo turno da Braga e Sobrero. "E' stata una lunga rincorsa durante tutta la campagna elettorale che all'inizio sembrava scontata. Da domani però - sottolinea il neo-rettore - non c'è più sostenitore dell'uno o dell'altro. Cosa ha fatto la differenza? C'era tanta voglia di tornare a partecipare dal basso"

In tanti hanno voluto congratularsi con Francesco Ubertini. Il sindaco Virginio Merola si è rivolto direttamente al neoeletto: "Caro professore Ubertini ti porgo i miei più sentiti complimenti per l'importante compito che ti viene affidato. Sono certo che ci saranno numerose occasioni per lavorare insieme". Il presidente della Regione Stefano Bonaccini, ha affermato: "Sono certo che sotto la guida di Ubertini l'Ateneo bolognese saprà confermarsi come punto di riferimento d'eccellenza nel nostro paese e nel mondo". Rallegramenti anche dalla vicepresidente della Regione Elisabetta Gualmini, docente universitaria. Nel mondo politico, festeggia un po' tutto il mondo renziano, a partire da Marco Lombardo che era presente (insieme a Salvatore Vassallo) in Rettorato; parla di un segnale "ultra-positivo" anche Massimo Bugani, capogruppo in Comune del Movimento 5 stelle". 

Ubertini è direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica Ambientale e dei Materiali e professore ordinario di Scienza delle Costruzioni. Prenderà il posto di Ivano Dionigi alla scadenza del mandato il 31 ottobre. Nato a Perugia nel 1970, Francesco Ubertini si è laureato con lode in Ingegneria Civile all'Università di Bologna nel 1994, dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca in Meccanica delle strutture. Dopo essere stato ricercatore e professore associato, dal 2007 è professore ordinario di Scienza delle Costruzioni all'Università di Bologna, occupandosi di Scienza delle Costruzioni e di Meccanica delle strutture, con contributi teorici e applicati in numerosi ambiti dell’Ingegneria. Dal 2007 al 2010 è stato direttore del Dipartimento di Ingegneria delle Strutture, dei Trasporti, della Acque, del Rilevamento, del Territorio. Dal 2012 al 2015 è stato membro del Senato Accademico dell'Università di Bologna, come rappresentante dei Direttori dell’Area tecnologica, e componente del Gruppo Ricerca e del Gruppo Internazionalizzazione.