Bologna, 15 aprile 2016 - Il Passante riserva sorprese fino in fondo: l'accordo, firmato oggi dagli enti locali insieme con il presidente del Consiglio Matteo Renzi prevede infatti che tra gli svincoli 6 e 8 della tangenziale vengano realizzate quattro corsie più quella di emergenza per ogni senso di marcia, .na in più di quelle previste alla vigilia.

Tra gli svincoli 3 e 6 e tra l'8 e il 13, invece, saranno costruite tre corsie per senso di marcia (più quella di emergenza). I cantieri dovrebbero partire a fine 2017 per chiudersi e 2021.

Previste anche delle mitigazioni ambientali attraverso un sistema diffuso e articolato di barriere e gallerie per limitare l'impatto acustico del traffico e la realizzazione di fasce boscate (tipo quella al Parco Nord) lungo tutta l'infrastruttura. Sarà poi completata la rete viaria di adduzione, dal completamento dell'intermedia di pianura tra Calderara e Granarolo, la realizzazione del Lotto 3 del Lungosavena, il secondo lotto del nodo di Rastignano e la sistemazione del nodo di Funo per migliorare l'accesso a Interporto e Centergross.