Bologna, 8 gennaio 2016 - Non spaventatevi se vi capita di ricevere una telefonata che comincia così. "Buonasera, la chiamavo perché ho trovato il biglietto che mi ha lasciato con il quale mi dice di aver urtato la mia auto: intanto, la ringrazio perché di persone oneste così non ce ne sono più in giro".

Chiariamo subito: non è una truffa. Si tratta di uno scherzo telefonico e non c'è da allarmarsi. Anche se il prosieguo della telefonata un po' di ansia, in realtà, la mette. Quando, infatti, la vittima dello scherzetto prova a discolparsi per un incidente mai provocato, dall'altra parte della cornetta il tono della voce si fa serio. 

"Va bene, allora adesso sta ritrattando tutto? - ci si sente dire - Non importa: lei mi ha lasciato la targa della sua auto, quindi provvederò a fare denuncia attraverso la mia assicurazione. Poi vedremo chi ha ragione". Qualsiasi tentativo di far ragionare il misterioso interlocutore risulta vano. Anche perché si tratta di una voce registrata con intervalli di silenzi ben scanditi: tutto studiato ad hoc per farvi arrabbiare cinque minuti.

Già perché poi basta fare un lungo respiro, richiamare il numero (con prefisso di Bologna, in questo caso) e l'enigma è risolto: una voce vi spiega che si tratta di uno scherzo creato da un'app. La vocina suggerisce anche di mandare una mail a un indirizzo che viene persino scandito, "così da non ricevere più questi scherzi". Nel dubbio, meglio lasciar stare: mai accettare mail dagli sconosciuti.