Bologna, 23 dicembre 2017 – Gli auguri più genuini sono quelli che arrivano dritti al cuore. E' questo il caso di “Bån Nadèl”, il videoclip della canzone dialettale natalizia che sta spopolando di nuovo su Facebook, dopo un anno di vita all'insegna della solidarietà. Il brano, strabordante di tortellini in brodo e di quelle perle idiomatiche che riempiono i discorsi di ogni bolognese che si rispetti, ha infatti già scatenato 30mila visualizzazioni, grazie allo sforzo di una sessantina di artisti e musicisti nati o cresciuti sotto le Due Torri.

Il direttore artistico del progetto, nato lo scorso Natale per raccogliere fondi a favore dell'associazione 'Bologna nell'Anima – gli Amici di Sergio', è il cantautore Franz Campi, tra gli autori del simpatico motivetto che ha dato vita a un dvd distribuito in 2mila copie e che, questa volta, è tornato alla carica con un video distribuito via Facebook, Spotify e iTunes. Per chi volesse acquistare il brano può cercarlo su Itunes e Spotify digitando 'Ban Nadel'.

“L'idea si è rivelata un grande un successo e il suo ricavato, ottenuto dalla vendita del dvd nei negozi di amici e nei punti vendita dell'Associazione Panificatori dell'Ascom, ha consentito di aiutare le famiglie di due giovani affetti da autismo – ha spiegato Campi – e per questo abbiamo scelto di regalarne un estratto a tutti, in attesa che, dal prossimo anno, l'iniziativa si allarghi ancora”.

Il merito un'eco tanto sentita è, in larga parte, della disponibilità mostrata dal mondo della musica e dello spettacolo bolognesi, con una carrellata di volti noti sorridenti a riempire di passione gli studi della 'San Luca Sound'. Tra queste, spiccano, fra gli altri, lo sguardo inconfondibile di Vito Bicocchi, la bolognesità indiscussa di Paolo Mengoli e Andrea Mingardi e la voce di Iskra Menarini, oltre all'allegria di Syusy Blady e Ivano Marescotti e agli sguardi benevoli di Jimmy Villotti e dei Gemelli Ruggeri.

In un diluvio di riferimenti petroniani, a base di umarell, sfoglia e scarpinate alla volta di San Luca, compare, ovviamente, anche al Carlèin (e le foto sono del nostro mitico fotografo, Gianni Schicchi), fra le icone più riconoscibili di una città che, ancora una volta, si è scoperta piena d'amore per i meno fortunati. Allora, vale la pena ripeterlo:Bån Nadèl a tòtt!

Eccoil testo integrale della canzone: