HOMEPAGE > Bologna > Sport > IL TREBBO SI IMPONE A REGGIO EMILIA

IL TREBBO SI IMPONE A REGGIO EMILIA

ARBOR REGGIO EMILIA – VIS TREBBO 58 - 78 (06 - 17, 20 - 39, 43 - 56) ARBOR: BORELLI [...]
Stampa l'articolo Invia per e-mail Clicca due volte su qualsiasi
parola di questo articolo per
visualizzare una sua definizione
tratta dai dizionari Zanichelli
| | condividi
ARBOR REGGIO EMILIA – VIS TREBBO 58 - 78 (06 - 17, 20 - 39, 43 - 56) ARBOR: BORELLI NE, *STELLATO 20, DAVOLIO, *BARTOLI 2, *CANUTI 1, *MASSARI 17, *ONGARINI 10, MAMBRIANI 8, FRANZONI NE, BENATTI 0. ALL. BELLEZZA TREBBO: TREVISAN, *BROCHETTO 5, PICCININI 11, GUIDOTTI 5, BENFENATI, *FOLESANI 12, *ZUCCHINI 17, PALLOTTI 11, *PERSIANI 12, *ZAMPOGNA 5. ALL. ROVERI Bella vittoria di Trebbo a Reggio Emilia Nell’interessante spareggio al secondo posto in classifica, Trebbo espugna con pieno merito il campo della Arbor Reggio Emilia, grazie ad un’ottima prestazione complessiva costruita sulla solida ed attenta difesa. Coach Roveri mischia le carte nel quintetto di partenza mandando subito in campo Brochetto e Folesani al posto di Guidotti e Pallotti, mentre coach Bellezza deve ancora rinunciare alla sua coppia di play (Borelli in panchina ma ancora zoppicante, Tirelli in borghese) e spedisce Bartoli sulle tracce di Zucchini. Primi minuti di gara con i padroni di casa subito intraprendenti grazie a due giocate di Stellato (4-0 dopo 1’ e 40”), mentre Trebbo impiega qualche azione ad entrare in partita. E’ un piazzato di Brochetto a dare la sveglia, subito seguito dal cesto ravvicinato di Folesani. Bartoli colpisce dalla media per il 6-4 dopo circa 4’ di gioco, questo sarà l’ultimo vantaggio interno della gara e l’ultimo canestro reggiano del primo quarto. Trebbo infatti aumenta i giri in difesa, strozza sul nascere quasi ogni azione avversaria e inizia a trovare concretezza anche nella metà campo d’attacco: Persiani in entrata, Zucchini con due piazzati e Zampogna con un gioco da tre punti scavano il primo solco (6-14 dopo 6’20” di gioco), rifinito poco dopo con la tripla di Brochetto (in uscita dal time out casalingo). Nel secondo quarto, dopo il gancetto di Folesani subito in apertura, Ongarini prova con dare la scossa ai suoi con 5 punti (11-19 dopo 1’40”), ma Piccinini è particolarmente ispirato ed entra prepotentemente nella gara: 5 punti personali in un amen, pregevole assist per il gioco da tre punti di Pallotti, lay up a centro area. Trebbo tocca il +15 con 4 minuti ancora all’intervallo (15-30), e due azioni difensive dopo coach Roveri chiama time out per bloccare il 5-0 di parziale firmato da Stellato. La risposta dei suoi ragazzi è un ulteriore strappo di nove punti (Zucchini con due piazzati, Guidotti e Persiani con la tripla in transizione gli artefici) che manda negli spogliatoi con un rotondo vantaggio esterno. Alla ripresa del gioco Trebbo continua da dove aveva interrotto, con Pallotti subito efficace dentro l’area ed il divario che aumenta fino al massimo vantaggio sul 26-52 (tripla di Persiani dopo 3’ di gioco). La partita sembra destinata a spegnersi lentamente, ma come in altre occasioni la squadra bolognese si rilassa troppo perdendo confidenza in attacco ed abbassando il ritmo difensivo: in pochi minuti arriva un 13-0 di parziale interno grazie a due triple di Massari e qualche libero degli esterni di casa, Persiani in entrata muove il punteggio per gli ospiti, ma ancora due liberi a testa per Stellato e Mambriani portano al minimo scarto del secondo tempo ridando speranza ai padroni di casa (43-54 con 1’30” sul tabellone). In chiusura di quarto è Piccinini in entrata a trovare un importante canestro, poi imitato da Folesani in apertura di ultimo quarto. La squadra di coach Roveri ritrova la giusta intensità difensiva ed, appoggiandosi sul gioco interno, riporta in pochi minuti il distacco su margini decisamente tranquilli (46-64 con 6’ ancora da giocare). Gara di fatto finita, non senza qualche attimo di tensione per un paio di falli di frustrazione di Massari su Zampogna ed il rapido tecnico ed espulsione per proteste a carico di coach Bellezza.

Per ulteriori informazioni visita il sito di Sportpress