Bologna, 29 dicembre 2017 – Sono giorni di lavoro in casa Virtus Segafredo. Mentre la squadra prepara la sfida del PalaDozza del 2 gennaio contro Pistoia e i successivi impegni ad Avellino e di nuovo in casa contro Reggio Emilia, la società è all’opera non solo per trovare nuove risorse finanziarie, fatta per l’accordo con Santal come secondo sponsor, ma anche dal punto di vista tecnico.

I dirigenti bianconeri sono infatti ancora a lavoro per mettere a disposizione di Alessandro Ramagli un ultimo importante ritocco di mercato. Il tanto atteso 4 americano arriverà ad anno nuovo, quando ci saranno le condizioni migliori per farlo, senza assilli tecnici, ma anche con la consapevolezza che quando arriverà il momento caldo dei playoff sarà importante avere un americano a disposizione in più per allungare il proprio organico. In campo intanto Ndoja e compagni dovranno cercare di dare continuità dopo le vittorie con Torino e Varese a cominciare dalla sfida proprio del 2 gennaio con Pistoia. L’attuale posizione in classifica, nono posto a causa delle sconfitte con Cantù e Trento, ma a pari punti con le due rivali, costringe la Virtus Segafredo a vincere una sfida in più, per conquistarsi la certezza di un posto alla Final Eight di Coppa Italia di Firenze.

Servirà quindi battere Pistoia, cercare l’impresa sul difficile campo di Avellino e poi conquistare altri 2 preziosi punti nella sfida interna contro Reggio Emilia.