Bologna, 3 gennaio 2018 – Terza vittoria consecutiva, quarta nelle ultime cinque sfide per una Virtus che non incanta, ma cosa ancor più importante vince. Sarà il pragmatismo, oppure la voglia di vedere il bicchiere mezzo pieno, ma la vittoria contro Pistoia non può che essere accolta con grande orgoglio dal popolo bianconero che adesso vede a portata di mano l’obiettivo dell’accesso alla Final Eight di Coppa Italia.

La sfida casalinga all’ultima giornata con Reggio Emilia e ancor di più il confronto di domenica con Avellino saranno fondamentali per accedere al Mandela Forum di Firenze. Oggi la squadra osserverà un turno di riposo per riprendere solo domani in vista della sfida in terra irpina.

V_27899075_224255

“Partita difficile com’era nelle corde – conferma Alessandro Ramagli - abbiamo dovuto soffrire a lungo per portarla a casa. Non abbiamo fatto una gara di grande qualità, e avevamo problemi fisici con vari giocatori, ma a parte nel terzo quarto, siamo stati diligenti. Abbiamo alternato vari quintetti e alternando situazioni tattiche diverse, conducendo sempre la gara, anche se non l’abbiamo mai ammazzata; è una vittoria importante, ce la prendiamo e siamo ben contenti”.

Alessandro Gentile solo 2 su 14 al tiro, ma però 5 assist e plus-minus di +10.

“La sua prestazione non la dobbiamo concentrare solo sulle cifre. E’ stata una prestazione di quantità, si rende utile anche se la palla non entra”

Virtus in un momento positivo.

“Abbiamo fatto passi avanti significativi. Riusciamo a vincere partite in cui non siamo brillanti, e questo prima non accadeva. Dobbiamo ancora migliorare, ma nel frattempo siamo qua con un record positivo e siamo in piena corsa per raggiungere le Final Eight, e anche questo non era scontato”.

In riferimento alla sfida di ieri la Virtus infine che è stata multata di 1000 euro per offese collettive sporadiche del pubblico verso un tesserato della squadra avversaria (il tecnico Vincenzo Esposito).