Bologna, 1 gennaio 2018 – Prende il via con la sfida interna contro Pistoia, la volata della Virtus Segafredo per un posto alla Final Eight di Coppa Italia. Domani sera alle 20.45, la formazione di Alessandro Ramagli scende in campo al PalaDozza per ospitare Pistoia nella terzultima giornata del girone di andata.

“Pistoia è una squadra che, insieme a Reggio Emilia, più di ogni altra è stata falcidiata da problemi di natura fisica che hanno messo in crisi la struttura del roster – conferma il tecnico bianconero Alessandro Ramagli - la società ha dovuto modificarlo a più riprese e soltanto da una partita è riuscita a ricomporlo totalmente, cambiandolo in modo significativo. L’arrivo di Ivanov e il recupero di McGee hanno cambiato il dna di questa squadra".

Massima attenzione quindi senza sottovalutare i toscani.

“E’ una squadra molto pericolosa, per 4 motivi; l’alto livello del playmaker, al completo hanno oggettivamente attitudini realizzative di alto livello, hanno grande presenza fisica dei lunghi, la loro capacità nella battaglia a rimbalzo”.

Virtus che però non può sbagliare per guadagnarsi un posto alla Final Eight.

“Siamo in quel gruppo e lo sappiamo. La società è stata chiara fin dall’inizio, quando mise i playoff come obiettivo stagionale. Mancano tre giornate e vogliamo giocarci tutte le nostre carte per arrivare all’appuntamento di Firenze. E’ uno sprint vero, in 15 giorni si decidono i giochi".

A parte i problemi di Lafayette, che ha svolto lavoro differenziato e solo da sabato ha iniziato a rientrare nel gruppo, è stata una settimana tranquilla, con l’influenza che ha tenuto Umeh fuori per un giorno, per il resto organico a completo di Ramagli e il suo staff con la Virtus che con Pistoia cercherà il tris.

Radio – TV – Diretta tv su Eurosport Player e radiofonica su Radio Bologna Uno; differita tv su Trc.