Bologna, 11 gennaio 2018 – E’ una Virtus Segafredo già proiettata alla sfida di sabato, palla a due alle 20.45 al PalaDozza, contro Reggio Emilia, quella che in questi giorni prosegue nella preparazione del derby emiliano che chiude il girone di andata. La pessima prova di Avellino da vendicare e l’importanza della sfida con Reggio, da vincere per sperare di centrare ancora l’obiettivo Final Eight di Coppa Italia, tengono certamente alta la tensione nel gruppo bianconero che continua a lavorare, al completo agli ordini di Alessandro Ramagli.

E’ logico che sabato prossimo, dopo la delusione irpina, società e tifosi si attendono una prova di carattere da parte di Ndoja e compagni. Una pressione che deve essere di incitamento per la squadra e non una pressione che asfissi i bianconeri.

Intanto proprio per la sfida contro Reggio, sulla canotta della Virtus Segafredo debutterà il marchio Santàl, nuovo co-sponsor della V nera per la stagione 2017-2018. Santàl, con oltre trent’anni di esperienza nella ricerca della qualità e nell’innovazione, è una marca leader del Gruppo Parmalat nel mercato delle bevande a base frutta, torna allo sport dopo la storica esperienza a Parma con la pallavolo maschile e con il calcio.

La presentazione del nuovo co-sponsor è avvenuta questa mattina al Caffè Zanarini, nel cuore di Bologna. Presenti per la Virtus il presidente Alberto Bucci, Luca Baraldi amministratore unico di Segafredo Zanetti Grandi Eventi e membro del CdA di Virtus, oltre a Maurizio Bassani direttore vendite e Giuliano Gherri direttore marketing di Parmalat Italia.

A margine della presentazione sia Bucci che Baraldi hanno parlato del momento della squadra. “Reggio è in un grande momento di forma, noi no – conferma Bucci -. Ho parlato ai ragazzi per far capire loro che ci siamo tutti insieme. Da soli non si fa mai niente, tutti insieme si può fare tanto. Dobbiamo cercare di rimanere tutti compatti, perché nelle difficoltà non si scappa via, la faccia è di tutti e tutti ce la mettiamo”.

“Sabato vedremo il carattere della squadra – sottolinea Baraldi - sono certo che faranno una grande prestazione, e non vorrei essere nei panni di Reggio Emilia. Scenderemo in campo belli cattivi. Non ho parlato alla squadra, ci ha pensato Bucci, ieri mi è bastato guardare i ragazzi negli occhi ed è stato sufficiente per capirci. Sanno di aver sbagliato una partita e sanno qual è l’importanza della partita di sabato”.