Bologna 11 ottobre 2017 – E’ una Virtus Segafredo ancora incerottata quella che, in questi giorni, ha ripreso la preparazione in vista della sfida di sabato sera alle 20.45 a Pesaro contro i marchigiani padroni di casa. Stefano Gentile rimane infatti ancora ai box, a causa del risentimento muscolare che lo aveva bloccato nel prepartita della sfida contro Trento.

Per l’esterno della Virtus ancora lavoro differenziato e terapia per cercare di recuperarlo in tempo per la partita del terzo turno di campionato.
Domenica scorsa il giovane Alessandro Pajola non ha certamente fatto sentire l’assenza del maggiore dei fratelli Gentile, rimpiazzando Stefano con piglio e il giusto equilibrio in campo, aiutato a dir la verità, anche dall’andamento della partita che ha visto le Vnere sempre avanti nel punteggio e con discreto margine.

Certo l’esperienza del playmaker ex Reggio Emilia potrebbe essere importante in un match difficile come quello con Pesaro, e così in casa Virtus si sta facendo di tutto per recuperare in tempo proprio Stefano Gentile. Dalla sfida contro Pesaro oltretutto inizia un ciclo di quattro sfide molto difficili, ma molto importanti per la formazione di Alessandro Ramagli chiamata a misurarsi con Pesaro appunto e poi a seguire con Sassari (in casa), Venezia (sempre in casa) e Milano, quindi il recupero di Gentile sarebbe quanto mai importante per il presente, ma anche per i prossimi impegni. Tutto ciò ricordando che la Virtus è ancora alla finestra, in attesa di scegliere, con pazienza e attenzione, il suo numero quattro americano.