Cesena, 11 aprile 2017 – Una donna di 49 anni residente a Mercato Saraceno è indagata per i reati di falso e tentata truffa aggravata in quanto, secondo le indagini della Guarda di finanza, avrebbe falsificato una pergamena di laurea per poter insegnare in una scuola superiore di Cesena. Dalle indagini è emerso che la donna, pur non avendo conseguito alcun titolo universitario, ha contraffatto una pergamena facendo risultare il conseguimento della laurea in Giurisprudenza nell’anno 1995. Inoltre ha falsamente attestato nelle domande di inserimento nelle graduatorie relative agli anni scolastici dal 2014 al 2017 il possesso del diploma di laurea in Giurisprudenza.

Attraverso tale illecita condotta le è stato attribuito un punteggio superiore a quello di altre concorrenti che invece erano effettivamente in possesso di un titolo di studio universitario. Per questo all’indagata è stato contestato anche il tentativo del reato di truffa aggravata in danno di Ente pubblico in quanto, sulla base di tale punteggio falsato, stava per esserle affidato l’incarico di insegnamento in un istituto tecnico di Cesena. La donna non è arrivata però all’insegnamento perché è stata smascherata dagli accertamenti svolti dal dirigente scolastico dell’istituto che ha poi dato avvio alle indagini portate a termine dalle Fiamme Gialle di Cesena.