Cesenatico, 22 dicembre 2017 – Il Capodanno a Cesenatico si festeggerà senza botti e con il divieto di vendere bevande in bottiglia e in barattolo. È questo il succo dell’ordinanza emessa dal sindaco Matteo Gozzoli per garantire maggiore sicurezza alle persone e tutelare gli animali sensibili. Da domani, vigilia di Natale, all’Epifania, vige il divieto di accensione botti e fuochi pirotecnici. Nei luoghi pubblici e privati nei pressi di abitazioni, sono banditi petardi, castagnole e simili artifici esplodenti e rumorosi, nella zona mare: a Levante da viale Trento al porto canale, compresi i "Giardini al mare"; a Ponente fra via Cavour e l’asta del porto; e a Valverde.

Ai trasgressori saranno applicate sanzioni fino a 500 euro. In piazza Ciceruacchio c’è il divieto di introdurre bottiglie e bicchieri di vetro e lattine. Per i commercianti e i baristi c’è il divieto di somministrazione e vendita di bevande in contenitori di vetro e lattine, da viale Zara a Boschetto a viale Cavour a Ponente, dalle 20 di domenica 31 dicembre fino alle 6 di lunedì 1° gennaio. "Queste misure - dice il sindaco Matteo Gozzoli -, mirate a migliorare la sicurezza e il decoro urbano, sono attuate in accordo con prefettura e questura".