Cesena, 6 novembre 2017 - Cesena è ricca di bellezze storiche e artistiche, ha appuntata sul petto la medaglia di Memoria dell’Umanità dell’Unesco, dal suo sottosuolo riemergono tesori con duemila anni di storia e da anni lavora per farsi sempre più bella agli occhi dei turisti. Ha tutto, o quasi, perché per esempio nel cuore della nostra città latitano i bagni pubblici. E’ l’osservazione del consigliere di quartiere Felice Milella, che in questi giorni ha avviato una crociata per sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto la politica su un tema spesso sottovalutato. "Le tracce di urine umane in centro storico sono dappertutto, nelle strade, nelle piazze, nei porticati, davanti alla casa del vescovo, davanti ai negozi dei commercianti. Di giorno e di notte. Non c’è da meravigliarsi, perché troppi sono quelli che lo frequentano senza sapere dove poter andare per le loro impellenze. Il problema è sempre stato sottovalutato da questa Amministrazione, che straparla di attrattive turistiche e poi quando i turisti arrivano, fa trovare loro una città in simili condizioni".

A proposito di storia, Milella rievoca i tempi in cui Vespasiano fece costruire i primi bagni pubblici, spaziando fino ai decameronici pitali svuotati dalle finestre e arrivando alla conclusione che l’unica soluzione è quella di incrementare la dotazione di bagni pubblici. Per questo chiama in causa i partiti di opposizione, chiedendo loro di attivarsi concretamente per arrivare alla soluzione del problema. "Non voglio più vedere tracce più o meno rinsecchite di urina che scendono dai muri, che poi scendono sulla pavimentazione, vengono calpestate dalle nostre scarpe e finiscono nelle nostre case".

Alle sollecitazioni di Milella si aggiungono quelle che arrivano da tanti cittadini infastiditi dal comportamento di certi proprietari di cani che, a passeggio per le vie della città, fingono di non accorgersi delle deiezioni dei loro amici a quattro zampe, lasciando così alle loro spalle tracce sconvenienti di escrementi. Il problema indigna soprattutto gli amanti degli animali più attenti al rispetto dell’ambiente, che invece si muovono con molta più attenzione, sempre equipaggiati di bottigliette d’acqua e kit necessari alla pulizia immediata. Perché l’intervento degli operatori ecologici è ovviamente imprescindibile, ma il ruolo principale per mantenere Cesena pulita e accogliente spetta ai suoi abitanti.