Gambettola, 16 dicembre 2017 - Tremila euro in oro e altri 150 in contanti. È questo il bottino di una truffa con raggiro ai danni di una anziana successo venerdì mattina alle 10 nel centro di Gambettola quando l’81enne, che abita con il marito poco lontano dal centro, è uscita dal negozio di merceria dove aveva fatto acquisti di biancheria per i regali di Natale. Fuori è stata avvicinata da una signora sconosciuta, di bella presenza che subito ha detto di essere l’assistente del suo medico di famiglia, e a riprova ha detto nome e cognome del medico.

«Le voglio comunicare – avrebbe esordito la truffatrice – che l’ultimo esame fatto non va bene, per cui adesso è necessario fare una risonanza magnetica. Nel frattempo si tolga l’oro che ha addosso, che non va bene e le fa male». E di seguito l’ha aiutata a sfilare i tre anelli dalle dita, la collana e gli orecchini. «Guardi signora – avrebbe concluso la donna –, stia tranquilla, metto tutto in questo fazzolettino di carta che gli metto nella sua borsa». Subito dopo si sarebbe allontanata.

L’anziana, rimasta senza parole per i discorsi di quella signora, era principalmente dispiaciuta per quell’esame medico che non andava bene, tuttavia si è lasciata convincere dai modi così gentili, come volesse aiutarla per davvero. Poco dopo l’anziana, un po’ scossa da quanto era accaduto, ha aperto la sua borsa per vedere il fagottino con gli anelli, collana e orecchini. Non trovandolo è stato a quel punto che ha capito di essere stata truffata. Oltre all’oro sparito si è accorta poi che mancavano anche 150 euro dal suo portafogli. L’anziana ha subito denunciato l’accaduto ai carabinieri.