Cesena, 19 settembre 2015 - La frana di Montevecchio, è al centro delle attenzioni per eseguire le opere di consolidamento necessarie per evitare nuovi smottamenti, per evitare ulteriori pericoli. Nello specifico il Servizio Tecnico di Bacino Romagna sta curando la realizzazione di alcune briglie di contenimento e di opere di drenaggio delle acque sotterranee e superficiali. Il Comune ha provveduto così anche a portare via parte della consistente massa di terra scivolata a valle e che ormai era arrivata sulla porta delle abitazioni a valle della frana (furono evacuate quattro famiglie). Grazie a questo intervento è stata ripristinata l’agibilità del cortile.

Complessivamente in poco meno di un mese da Montevecchio sono partiti circa 800 camion carichi di argilla: in tutto circa 15mila metri cubi che sono stati trasportati a Rio Eremo dove sono stati utilizzati in parte per la copertura di impermeabilizzazione dell’ex discarica.

«L’attività di trasferimento preventivata ora si è conclusa – riferiscono il sindaco Paolo Lucchi, l’assessore alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – ma sono in corso verifiche per effettuare operazioni analoghe, attraverso accordi con aziende che utilizzano materiali di questo tipo per le loro attività. In accordo con il Servizio Tecnico di Bacino stiamo cercando di procedere il più rapidamente possibile, in modo da poter affrontare l’arrivo dei mesi più piovosi». Proprio per controllare l’andamento dei lavori ieri mattina il sindaco Paolo Lucchi e gli assessore Lucchi e Miserocchi hanno effettuato una visita a Montevecchio insieme all’ingegnere Mauro Vannoni, responsabile del Servizio Tecnico di Bacino Romagna. Con loro anche il presidente del quartiere Borello Andrea Gualtieri e il dirigente del settore Tutela dell’Ambiente e Territorio del Comune Gianni Gregorio. Nel corso del sopralluogo è stato concordato di organizzare nelle prossime settimane un incontro pubblico nel quartiere per informare i cittadini dell’avanzamento dei lavori e delle prospettive per il contenimento della frana.