Civitanova (Macerata), 24 maggio 2016 - Civitanova Danza allarga per la sua XXIII edizione la platea, innestando anche tra i tre teatri cittadini il contenitore del palasport Eurosuole Forum. Spazio ottimale per accogliere al meglio (con un ampio parterre) la stella di Eleonora Abbagnato, che domenica 24 luglio (alle 21.30) sarà Carmen nella versione coreografica di Amedeo Amodio.

Non solo la Musa italiana della danza internazionale, perché la longeva rassegna riconferma la sua «appetibilità», con prime e anteprime italiane. «Civitanova Danza non si ferma e va avanti negli anni grazie alla coesione tra gli enti – le parole del direttore Gilberto Santini -. La linea più forte del festival resta il dialogo artistico tra l’Italia e il mondo». 

Il sipario si apre ufficialmente sabato 9 luglio, con l’appuntamento dedicato a grandi e piccini del Civitanova Danza in famiglia: il laboratorio di Monica Francia CorpoGiochi® Off si terrà dalle 16 al teatro Annibal Caro, Assaggi di Danza d’Autore con «pillole» di danza e gli Apericena baby concluderanno la giornata prima di Joseph kids alle 20.15 sempre all’Annibal Caro, un curioso spettacolo di Alessandro Sciarroni. Quindi sabato 16 luglio e sabato 6 agosto i due contenitori già rodati (maratone nei tre teatri civitanovesi) del Festival nel festival, intramezzati il 24 luglio con la Abbagnato (che era stata già protagonista nell’edizione 2014). Entrambi vedranno la luce alle 16.30 all’Hotel Miramare con i Civitanova Danza Focus e, a seguire, alle 19 al piazzale del Lido Cluana con gli Happydancehour! a cura delle scuole di danza della città. 

Il primo Festival nel festival, il 16 luglio, vede alle 20.30 al teatro Cecchetti Delle ultime visioni cutanee e il primo studio di Mars di Nicola Galli. A seguire alle 21.30 al Rossini il Balletto di Roma con Giselle, affidato ai due autori Itamar Serussi Sahar e Chris Haring. La conclusione della giornata è al teatro Annibal Caro (23.15) con Cantiere aperto per Odio, coreografia di Daniel Abreu per Fattoria Vittadini.

La seconda full immersion in tutti i teatri della città, il 6 agosto, si snoda dalle 20.30 al teatro Cecchetti con R.Osa di Silvia Gribaudi (che il 4 e 5 agosto conduce anche un laboratorio per donne di tutte le età). Quindi al teatro Rossini alle 21.30 c’è la We273, spettacolo di «danza-circo» (prima volta del genere alla rassegna) nato dalla collaborazione di Compagnia Blucinque e Cirko Vertigo. Alle 23.25 chiude la XXII edizione al teatro Annibal Caro la Nuova creazione di Cristiana Morganti, storica danzatrice di Pina Bausch.

Da segnalare dall’1 al 6 agosto il campus 'Civitanova Danza per Domani'. Civitanova Danza è promosso da Comune di Civitanova, Teatri di Civitanova, Amat, con il contributo di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e Regione Marche e con il patrocinio di Provincia di Macerata e Camera di Commercio di Macerata. 
Informazioni: teatro Rossini 0733 812936 e Amat 071 2072439, sito ufficiale.