Civitanova, 9 novembre 2017 - Donna picchiata in piazza, ma ora è mistero sull’aggressione. I carabinieri di Civitanova stanno infatti cercando di venire a capo di un episodio che si è verificato ieri mattina verso le 6. La vittima è una 46enne del Fermano. Due uomini l’hanno presa a schiaffi in piazza XX Settembre, deserta a quell’ora. Nemmeno le telecamere di sicurezza comunali, installate a Palazzo Sforza, potranno essere di aiuto, perché non funzionano e sono ko ormai da diverse settimane. Di quanto stava accadendo si è accorta una donna, che transitava in centro per recarsi al lavoro, ed è stata lei ad avvertire la caserma. Ma quando la pattuglia è arrivata in piazza, non ha trovato nessuno. La donna è stata rintracciata mentre camminava sulla Statale, poco prima del ponte sul fiume Chienti.

Era in forte stato confusionale e non è riuscita a raccontare che cosa le era appena successo. I carabinieri di Civitanova hanno cercato di rassicurarla e aiutarla, e l’hanno accompagnata al pronto soccorso, dove è stata visitata e dimessa dopo alcune ore con una prognosi di una decina di giorni. Portata in caserma, nel pomeriggio è stata ancora una volta interrogata, nel tentativo di ricostruire l’aggressione, la sua presenza a Civitanova, chi fossero i due uomini che l’hanno aggredita. Ma ancora una volta non ha saputo fornire una spiegazione lucida. I carabinieri hanno provveduto affinché potesse rientrare a casa e sull’episodio proseguono le indagini. Non potranno essere utilizzate le telecamere del Comune puntate in piazza XX Settembre, fuori uso e non ancora rimesse in funzione. Gli inquirenti acquisiranno le registrazioni di altri impianti di videosorveglianza, pubblici e privati, per provare a tracciare i movimenti di auto o di gente in centro a quella ora del mattino.