Porto Potenza (Macerata), 7 settembre 2017 – Si spacciano per finanzieri in borghese, suonano alla porta di un 71enne e gli dicono che devono effettuare delle verifiche e fare dei controlli fiscali. L’anziano ci crede e li fa entrare. Loro gli rubano un po’ di oro e tessera bancomat.

Il fatto è accaduto a Porto Potenza. Uno dei due uomini ha chiesto all’anziano di mostrare dei documenti e le dichiarazioni dei redditi e mentre lo teneva occupato l’altro rovistava in camera da letto rubando un oggetto d’oro e due tessere bancomat con cui intorno a mezzanotte i ladri hanno prelevato tremila euro in contanti da due sportelli, uno a Civitanova e uno a Porto Sant’Elpido.

Hanno potuto usarle perché l’anziano nei cassetti conservava insieme alle tessere anche le indicazioni sui codici pin. Dopo la denuncia, sono in corso le indagini dei carabinieri. I militari hanno acquisito le immagini delle telecamere delle banche.