Civitanova, 4 dicembre 2017 - Tentano un furto al centro commerciale «Cuore Adriatico», i vigilantes si accorgono e danno subito l’allarme ai carabinieri della Compagnia di Civitanova, ma i balordi riescono a darsi alla fuga. Non sono nemmeno riusciti a entrate i tre banditi, incappucciati, ripresi dalle telecamere della videosorveglianza mentre alle 2.30 della notte tra sabato e domenica armeggiavano con degli arnesi da scasso per fare cedere una porta laterale del megastore. L’intento era di penetrare e sicuramente dirigersi nel locale che ospita il bancomat. Una deduzione avvalorata da un precedente di due anni fa e dal fatto che poco distante, in aperta campagna, i carabinieri hanno poi trovato, abbandonato, un furgone cassonato con all’interno una gru. La valutazione degli inquirenti è che dovesse proprio servire a sradicare il blocco del bancomat e che il veicolo sia stato poi abbandonato in mezzo ai campi dalla banda quando è stato chiaro che il colpo era fallito e bisognava soltanto fare perdere le tracce.

Le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza sono state requisite dai carabinieri e mostrano tre individui in azione, tutti incappucciati e dunque irriconoscibili. Giulia Gamberini, la responsabile del centro commerciale, elogia la Security. «Voglio fare un ringraziamento particolare ai ragazzi della vigilanza, che in tempo reale si sono accorti di quanto stava accadendo e che hanno allertato le forze dell’ordine – dice –. Fanno sempre in modo egregio il loro lavoro e anche questa volta sono stati bravissimi». Esattamente due anni fa, il 13 dicembre del 2015, il centro commerciale «Cuore Adriatico» era stato assaltato e i ladri quella volta erano riusciti a scardinare dalla parete e a portare via il bancomat, dopo essersi introdotti nel megastore poi dalla porta laterale.