Civitanova Marche, 3 settembre 2017 - Primo fine settimana di settembre ed è tempo inevitabile di bilanci per l’estate trascorsa in riva al mare. Il punto con Claudio Pini, presidente Abat (associazione balneare aziende turistiche).

Giugno, luglio e agosto. Come sono andati questi tre mesi al mare?

«Un bilancio positivo per un’estate bellissima. La stagionalità a livello meteo è stata fantastica. Se ci pensiamo questo è il primo weekend rovinato dal tempo mentre in tre mesi non abbiamo mai avuto pioggia».

Umbri giunti a Civitanova con la nuova Superstrada?

«Se ne sono visti tanti a settembre e ottobre dell’anno scorso e in primavera. Un po’ meno quest’estate, con molta gente che ci è venuta a trovare dal nostro entroterra. Alcuni clienti umbri mi dicono che qui non sanno dove soggiornare. Per carità abbiamo molti B&b e alberghi storici e ottimi, ma questo movimento se continua ha bisogno di un incremento nel numero delle strutture ricettive. Un problema cronico. Ben vengano i progetti per nuovi spazi di ospitalità. Gli umbri ci scelgono molto per il weekend e nelle stagioni intermedie. Arrivano in città per un aperitivo, per cena e dopo cena».

Sulla questione viabilità cosa ne pensa? E quali sono stati i problemi della categoria?

«Quello della viabilità è una questione di tutte le località balneari. I clienti giungono in città scaglionati nel corso della mattinata, poi ripartono tutti però più o meno alla stessa ora. Mi auguro si trovino miglioramenti con un coordinamento tra forze dell’ordine e che partano i lavori per le rotatorie alla fine della Superstrada. Altra questione è la presenza di rom in tutta la città, che è stata un grosso problema e spero si ponga rimedio. Senza far polemiche perché la giunta si è da poco insediata ed è giusto che lavori. Quindi l’abusivismo commerciale in genere. Sulla spiaggia qualcosa è migliorato, poi chiusi gli chalet questo si sposta sul lungomare. Vedremo cosa succederà».

Con l’amministrazione quando vi incontrerete per i bilanci?

«Ci siamo dati appuntamento con il sindaco a metà settembre. Occasione per ragionare sul da farsi. La nostra collaborazione è come sempre a 360 gradi».

Ma i turisti umbri scappano da Civitanova impauriti dal traffico?

«No, il traffico, ripeto, è in tutte le città balneari. Ma il problema è a monte: bisogna far capire alle persone l’utilità delle navette e il vantaggio di lasciare l’auto in posteggi periferici».

Estate finita?

«No, è finito il periodo di ferie. Gli appassionati del mare continuano e ci auguriamo belle settimane anche a settembre e ottobre. Ma quello che serve sono sempre le tre S. Sole, sole e ancora sole».