Porto Recanati (Macerata), 3 ottobre 2017 – Esce con l’auto da un parcheggio pubblico ma si accorge, andando dopo pochi metri in retromarcia, che i freni dell’auto sono stati tagliati. Choc nei giorni scorsi a Porto Recanati, dove una signora del posto, Gianna Forconi, 60 anni e impiegata, si è vista sabotare inconsapevolmente la propria Opel. Se la donna non si fosse accorta subito che qualcosa non andava nei freni dell’auto, ci sarebbero potute essere conseguenze ben maggiori per lei. A spiegare l’accaduto è l’avvocato della 60enne, Paolo Zaccaria. «La mia assistita – dichiara Zaccaria – aveva lasciato posteggiata l’auto nel parcheggio pubblico dell’Eurovillage lo scorso lunedì sera. Mercoledì mattina è così andata a riprendere l’auto, e appena salita si è accorta, pigiando il pedale del freno, che andava a vuoto. Decide così di uscire lo stesso dal parcheggio ma dopo 200 metri in retromarcia il freno non funzionava per nulla. Ed è così che la signora si è allarmata e ha chiamato aiuto».

Poco dopo Forconi ha chiamato un meccanico di fiducia che le ha subito fornito una perizia della macchina a dir poco sconvolgente. «Il tecnico – continua l’avvocato – ha evidenziato che c’era un guasto all’impianto dei freni. Un tubicino esterno dell’olio risultava tagliato con una lama, c’erano molti segni evidenti sul tubo e per terra era proprio caduto molto olio per colpa di quel taglio. Un dolo più che confermato, quel taglio non poteva esser stato provocato da una buca o un guasto qualsiasi. Insomma, qualcuno con conoscenze tra l’altro anche meccaniche, ha cercato di mettere a repentaglio la vita della signora Forconi e non solo».

Il fatto è stato denunciato ai carabinieri della locale stazione anche se, almeno per il momento, non si capisce chi possa essere l’autore di un simile gesto contro la signora Forconi. «Mercoledì stesso – riprende Zaccaria – abbiamo formalizzato la denuncia ai carabinieri di Porto Recanati e speriamo che le indagini possano mettere luce sull’accaduto. La signora al momento è spaventata e non sa chi possa avercela con lei, non ha mai avuto conflitti con nessuno». A confermare tale stato d’animo, è la stessa Forconi. «Ho paura per la mia vita – dice ancora chiaramente sotto choc la donna -, non so chi possa avercela con me. Io non ho mai fatto del male a nessuno. Ringrazio pubblicamente – ha poi concluso – il comando dei carabinieri di Porto Recanati per quanto hanno fatto finora».