Montecosaro (Macerata), 6 settembre 2017 – Sono stati quasi perfetti nel preparare il terreno per agire indisturbati i ladri che hanno messo a segno una grossa razzìa di pellami l’altra notte all’interno del calzaturificio Manas. L’impresa ha le caratteristiche di un colpo ben preparato da tempo da gente esperta, preceduto da un accurato sopralluogo.

Fatto sta che dall’azienda di Montecosaro Scalo è sparito un grosso carico di pellami che né i titolari né i carabinieri, che stanno seguendo le indagini, hanno potuto o voluto quantificare ieri, ma sarebbe ingente il valore del materiale rubato dal magazzino. Il furto è stato commesso in due tranche: alle 20 e poi a mezzanotte.

Nella prima incursione i ladri – le telecamere inquadrano tre uomini tutti con il volto coperto – hanno manomesso il meccanismo di apertura e chiusura della cancellata, quindi hanno messo fuori uso i sensori del sistema di allarme e poi oscurato gli obiettivi delle telecamere di sorveglianza. A quel punto, con tutte le ‘sentinelle’ fuori uso, intorno alla mezzanotte sono entrati nell’area del calzaturificio a bordo di un furgone bianco.

Da quel momento e per un paio di ore hanno potuto agire indisturbati e hanno ripulito il magazzino della ditta, caricando a bordo del veicolo tutto quello che era possibile, andandosene poi a lavoro concluso con un grande quantitativo di pellami di vario genere. Le immagini riprese dalle telecamere dell’azienda prima che fossero oscurate sono state acquisite dai carabinieri, che stanno cercando anche nelle registrazioni fatte dagli impianti di videosorveglianza privati, installati nella zona intorno alla Manas, tracce del passaggio del furgone bianco.