Civitanova, 13 gennaio 2018 - Maxi furto di pellami nella zona industriale Piane Chienti. Una banda di professionisti, nella notte tra giovedì e venerdì, ha svuotato il deposito A. M. Pelle in Stock di via Borioni, caricando su un camion decine di bancali. I ladri hanno disattivato il sistema di allarme e portato via anche il blocco del sistema della videosorveglianza, facendo sparire anche le immagini.

È di oltre 100mila euro il valore della merce rubata, tutto pellame nero e della qualità più pregiata. I ladri hanno buttato giù a colpi di mazza una parete divisoria in cartongesso tra il deposito all’ingrosso e un magazzino vicino di un’altra ditta. Il magazzino si trova sul retro ed è adibito a ufficio: qui i ladri sono entrati dopo avere forzato una porta. Da lì hanno praticato un buco sul muro divisorio per introdursi nel deposito di pellami e per prima cosa hanno messo fuori uso i sistemi di protezione con una precisione tecnica da autentici professionisti. Sono stati infatti trovati tranciati i cavi della linea telefonica di due cabine esterne allo stabilimento, così da silenziare i dispositivi di sicurezza ed evitare che l’allarme telefonico potesse funzionare, allertando i titolari della ditta e pure le forze dell’ordine.

Poi i ladri hanno aperto il cancello della recinzione e spalancato i portali del magazzino per fare entrare un camion: le tracce di pneumatici sono rimaste sull’asfalto del piazzale. Sul camion è stato caricato il bottino di pellami. I titolari dell’ingrosso, campani, si sono accorti ieri mattina del furto subìto, al loro arrivo nel magazzino. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Civitanova e procedono insieme a quelle su  un altro furto di pellame, avvenuto nella stessa notte nel Fermano.

Sconfortato il titolare dell’ingrosso, Antonio Mazzola. «Siamo nel commercio del pellame da quattro generazioni – dice – e da due anni ci siamo trasferiti qui. Dovevamo rientrare a Napoli anche per fare una consegna di merce e ci siamo trovati davanti al magazzino svuotato». Pesante il bilancio del furto. «Hanno portato via tanta roba – continua Mazzola –, quasi 100mila euro di pellami. Un danno enorme per noi, soltanto in parte assicurato. È la prima volta da quando siamo in attività che subiamo un furto e vorrei approfittare di quanto accaduto per segnalare che in questa zona siamo lasciati da soli. C’è bisogno di un maggiore controllo e del passaggio di più pattuglie di forze dell’ordine».