Civitanova marche, 13 febbraio 2018 – Grave infortunio alla mano e all’avambraccio destri per un marittimo tunisino della nostra marineria. Rischia l’invalidità permanente all’arto. E’ successo ieri, poco prima delle 14, sul peschereccio Provveditore. B. H., 48 anni, stava manovrando le reti quando un cavo d’acciaio s’è attorcigliato attorno al guanto. Non ce l’ha fatta a svincolarsi dalla morsa e così il cavo ha quasi amputato l’arto.

Il comandante del motopesca, a 18 miglia dalla costa tra Fontespina e Porto Potenza, ha informato subito la Capitaneria di porto. Il comandante del Circomare, Angelo De Tommasi, ha inviato la motovedetta. Il trasbordo del ferito è avvenuto a 12 miglia e l’unità militare è rientrata in porto alle 15.30. Vista la gravità del trauma, dopo le prime cure l’infortunato (è sempre rimasto cosciente) è stato consegnato dal 118 all’eliambulanza diretta a Torrette. La Capitaneria ha avviato un’inchiesta amministrativa. B.H. vive da solo (moglie e figlia sono in Tunisia) in zona Villa Pini. E’ in Italia da quasi 30 anni.