Civitanova Marche, 26 ottobre 2017 - Due finanzieri sull’attenti di fianco alla bara e sopra la maglietta della Lube volley. È stata una cerimonia davvero partecipata e commossa, solenne nel ricordo di Giuseppe Costantino, il finanziere in pensione stroncato domenica da un malore all’Eurosuole forum, prima dell’inizio della partita della squadra biancorossa. Aveva 61 anni.

Grande la presenza di amici e conoscenti al funerale, così come quella dei colleghi, che si sono così voluti stringere attorno alla famiglia di Costantino, dimostrando un immenso affetto. Sono giunti ieri pomeriggio nella chiesa di Santa Maria Apparente per il rito le più alte cariche cittadine e provinciali della Guardia di finanza (partendo dal comandante della Compagnia di Civitanova, Raffaele Del Vecchio, e dall’ex comandante, Michele Tempesta), insieme a rappresentanti delle altre forze dell’ordine.

A innalzare i gonfaloni le associazioni del territorio, tra cui l’associazione nazionale finanzieri d’Italia, l’associazione nazionale carabinieri, l’associazione bersaglieri e l’Unici (Unione nazionale ufficiali in congedo). «Mi è stato raccontato che i sottoposti chiamavano Giuseppe papà – le parole pronunciate nell’omelia dal parroco, don Emilio Rocchi –. È difficile che una persona sappia comandare se prima non ha saputo servire. Quando ho avuto modo di parlare con Giuseppe, mi è sembrato una persona affabile, portata al dialogo, non ho mai percepito una vena di superbia. E le tante persone che sono qui oggi, alcune costrette a stare fuori, nonostante la chiesa grande, testimoniano proprio questo. Vicinanza, affetto e amore per Giuseppe».

Alla fine è stata letta la preghiera del finanziere. Costantino, originario di Lentini (in Sicilia), viveva da tempo a Civitanova, a Santa Maria Apparente. Domenica si era recato all’Eurosuole Forum per vedere la partita della Lube, ma pochi minuti prima dell’inizio del match contro Ravenna ha accusato un malore fatale. Nonostante i soccorsi immediati, con i sanitari che hanno cercato per un’ora di fare ripartire il suo cuore, per lui non c’è stato nulla da fare. Lascia la moglie e due figli maschi.