Civitanova, 21 ottobre 2017 - Cade una pietra dal tetto della chiesa di San Paolo, a Civitanova Alta, e frantuma il parabrezza di un’auto parcheggiata davanti al sagrato e di proprietà di un residente del colle. Un massetto di circa cinque centimetri quadrati è piombato a terra – è successo mercoledì – e per fortuna non ha colpito passanti. Per due giorni le transenne hanno circoscritto l’area a rischio. Ieri sono state rimosse, dopo un sopralluogo che il parroco, don Alberto, ha commissionato alla ditta Lanciotti. Le verifiche effettuate hanno escluso altri possibili distacchi dalla facciata e dal tetto.

Ma l’episodio ha destato impressione anche in considerazione delle notizie rimbalzate da Firenze, con la morte di un turista spagnolo vittima della pietra killer caduta all’interno della basilica di Santa Croce. Anche il Comune si è interessato dell’accaduto. L’amministrazione non è chiamata direttamente in causa – il fatto si è verificato su una proprietà della chiesa – ma l’ufficio tecnico della Città Alta è stato informato e ieri ha confermato che non c’è rischio per la pubblica incolumità. Quanto alle ragioni del distacco, possibile che ci si trovi di fronte a conseguenze del sisma. Le scosse di un anno fa a Civitanova Alta hanno lasciato diverse ferite, soprattutto negli edifici pubblici: la scuola Sant’Agostino con la necessità di chiudere un’ala per avviare il consolidamento del campanile e anche la delegazione comunale, che è stata chiusa con il trasferimento di uffici e degli impiegati nella ex sede del tribunale.