Civitanova Marche, 4 settembre 2017 – Ciclisti sui marciapiedi e sicurezza dei pedoni a rischio: l’assessore Giuseppe Cognigni garantisce che d’ora in avanti i vigili saranno inflessibili e che da qualche giorno chi non rispetta le regole può essere sanzionato. Non tutti sono convinti che sono queste le misure per porre fine al malcostume, qualcuno non crede che esse saranno attuate, altri fanno proposte. Tra questi Leonardo Polenti. «Non ci sono vigili a sufficienza e non si può tenere sotto controllo il traffico, gli zingari, l’accattonaggio e il resto – commenta – tutto finirà a tarallucci e vino, come per le multe ai padroni dei cani che sporcano.

L’assessore Cognigni – aggiunge – dovrebbe chiedersi perché là dove c’è una pista ciclabile quasi nessuno sale sui marciapiedi. Il punto è tutto qui». «Oggi – aggiunge ancora Polenti – procedere in bicicletta su strada, fra il traffico caotico, le buche, le auto in sosta su entrambi i lati, è un pericolo costante e si rimedia come meglio si crede. Lungi da me l’intento di difendere i ciclisti da marciapiede – conclude Polenti – ma sarebbe meglio studiare il modo di facilitare la vita dei ciclisti in una città asfissiata dal traffico».

Programmare piste ciclabili, quindi, e riporre i taccuini del vigile: questa la soluzione migliore per lui. Taglia invece corto Riccardo Monachesi. «Ma non si era detto anche in passato che i vigili urbani avrebbero iniziato a sanzionare i ciclisti che circolavano indisturbati sul corso, sui marciapiedi e persino dentro i giardini? E quante ne hanno comminate? – si chiede –. Le cose, nella realtà, non sono affatto cambiate, anzi, è peggio di prima!» Il fatto è, secondo Monachesi, che i vigili urbani sul fronte «non vogliono problemi».