Civitanova, 1 ottobre 2017 - Inseguimento in auto da film ieri notte lungo la Statale Adriatica a Loreto, poco distante dal confine con Porto Recanati. Non era ancora scattata la mezzanotte quando quella strada è diventata lo scenario di un folle tallonamento. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Osimo si sono messi all’inseguimento di un’auto che correva a velocità altissima proprio lungo la Statale in direzione sud, un’Audi che non si era fermata all’alt sempre lungo la stessa strada nel territorio di Castelfidardo, di fronte al ristorante «Da Peppe». La macchina ha raggiunto una velocità massima di 180 chilometri orari. Tallonata costantemente dai carabinieri, che non l’hanno persa di vista lungo il rettilineo, oltrepassando l’autovelox di «Effetto luce», ha sbandato, è finita contro il guardrail e da lì (all’altezza dell’uscita della Statale Adriatica per Villa Musone) ha invaso l’altra corsia, dove sopraggiungeva una Bmw con all’interno una coppia di Porto Recanati. Alla guida dell’Audi c’era un marocchino di 35 anni – N. A. le sue iniziali – che, sceso dall’auto, ai carabinieri ha detto di avere avuto paura alla vista del posto di blocco dei carabinieri.

Risultato negativo al test etilometrico e a quello tossicologico, l’uomo, residente a Monte Urano ma di fatto senza fissa dimora, è stato denunciato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale. Ci sono stati degli attimi di tensione. Sul posto è anche arrivata un’ambulanza, ma i feriti sarebbero lievi: tutti i tre coinvolti, infatti, sono riusciti a uscire da soli dalle due auto, riportando però delle escoriazioni non gravi. La paura però è stata tanta per quell’incidente che poteva finire in maniera davvero peggiore. Al volante della Bmw un 55enne (P. L. le sue iniziali), che lavora in un locale della zona come buttafuori, accanto alla sua compagna, molto spaventati, perché all’improvviso si sono visti venire addosso l’Audi senza la possibilità di fare qualcosa per evitare lo schianto.

Il marocchino, oltre alla denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, sarà multato per violazione del codice della strada, per non essersi fermato cioè all’alt dei carabinieri. Il tratto di statale che ricade nella frazione di Villa Musone di Loreto, proprio all’ombra della basilica della Santa Casa che lo sovrasta, è rimasta chiusa per almeno un’ora. Una pattuglia dei carabinieri di Loreto è stata impegnata a regolare il traffico intenso, nonostante l’ora notturna lungo quell’arteria vicina allo svincolo autostradale.