Civitanova, 5 novembre 2017 - Sette progetti per migliorare alcune situazioni nei propri quartieri. Sono stati preparati da otto gruppi del Controllo del vicinato con i loro presidenti, e l’associazione con il referente cittadino Domenico Bevilacqua venerdì sera li ha consegnati al Comune, alla presenza degli assessori Giuseppe Cognigni e Pierpaolo Borroni e del presidente Atac Massimo Belvederesi.

«Il Controllo del vicinato è anche decoro pubblico – ha detto Bevilacqua –, che porta decoro in generale. L’incontro è andato molto bene, con l’amministrazione che ha confermato l’intenzione di supportare l’associazione e analizzare le proposte. I cittadini sono custodi dei luoghi che vivono: bene segnalare le emergenze ma anche lanciare idee per migliorare col tempo. L’intento è dimostrare che un rapporto diretto tra cittadini e istituzioni, con l’associazione che fa da ponte, è possibile. Si parlerà appena possibile di una sede dell’associazione per integrare tutti gli sforzi e l’istituzione di un referente per il Comune».

Verranno successivamente lanciati altri progetti. Per il gruppo di contrada Castelletta si suggerisce di illuminare le strade Monte Troiano, Monte Polverino e le Pisciarelle per evitare l’abbandono di rifiuti, magari installando anche nella zona delle telecamere. In via Vasco de Gama si consiglia di riasfaltare le buche e di provvedere alla pulitura, quindi l’istallazione di dissuasori e/o autovelox funzionanti per la velocità del transito. In via Lazio, nella parte più «est», l’illuminazione all’incrocio con via Esine potrebbe essere implementata. Quindi poco più giù si consiglia di intervenire per migliorare la sicurezza sulla viabilità tra via Lombardia e via Civitanova (lì vicino c’è poi il muro di contenimento che è fatiscente).

A San Marone, tra via Omero e via Orazio, si propone di installare un numero adeguato di lampioni nel tratto del prolungamento verso la nuova chiesa. Quindi tra i principali progetti si suggerisce in via Petrarca di sistemare le plafoniere ormai datate e in futuro un’asfaltatura, con la richiesta in via Pigafetta di terminare un marciapiede mancante da via Bragadin verso ovest e collocare più strisce pedonali all’incrocio tra le due strade per migliorare l’arrivo a piedi alla scuola elementare «De Pinedo».