Civitanova Marche (Macerata), 19 giugno 2017 – Tommaso Corvatta è il sindaco uscente, Fabrizio Ciarapica lo sfidante. Domenica 25 giugno uno dei due si insedierà in Municipio. Chi? Lo decideranno i cittadini al ballottaggio, ultima scena del film delle elezioni comunali 2017.

Il primo turno ha ribaltato le gerarchie, dando un piccolo vantaggio a Ciarapica. Sostenuto dal centro-destra (Forza Italia, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Lega Nord) e da un gruppo di civiche (‘Vince Civitanova’, ‘Noi con Ciarapica sindaco’ e ‘Obiettivo Civitanova’), ha raggranellato il 34,15% dei voti. Staccata di quasi due punti percentuali, Corvatta si è piazzato secondo l’11 giugno. Lo appoggiano il Pd, l’Udc, Sinistra Unita e le civiche ‘La Nuova Città’ e ‘Futuro in Comune’.

Al ballottaggio sarà tutto molto semplice: chi prenderà più voti sarà eletto sindaco. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23. Chi può votare? I cittadini maggiorenni residenti a Civitanova Marche, compresi quelli che hanno rinunciato a partecipare al primo turno. Basta presentarsi nella propria sezione, indicata sulla tessera elettorale, ed esibire un documento di identità valido e, appunto, la tessera elettorale. Nel caso la si fosse smarrita o esaurita, bisogna chiedere un duplicato all’ufficio elettorale.

Al seggio verrà consegnata un’unica scheda con i nomi dei candidati a sindaco e i simboli delle liste che li sostengono. Per votare occorre tracciare un segno sul nome di uno dei due candidati.