Ancona, 31 luglio 2015 - Quando si dice escono dalla porta e rientrano dalla finestra. E alla fine un posticino al sole lo rimediano sempre. È il caso dell’ex assessore regionale Sara Giannini. Alle ultime elezioni non si è ricandidata perché aveva già fatto due mandati, nel rispetto delle regole interne del Pd, e sulla base del tanto decantato rinnovamento. Spazio ai volti nuovi, almeno a parole. Se non fosse che l’altro giorno il neo governatore Luca Ceriscioli le ha affidato una collaborazione come esperta in materie economiche. Cinque mesi, dal primo agosto al 31 dicembre, per un totale di 22.987,05 euro lordi. In pratica più di 4mila euro al mese per fare da consulente al presidente, più mille euro per il rimborso eventuale delle spese documentate di trasferta, missione e alloggio. Se a ciò aggiungiamo i contributi vari che l’ente dovrà versare, si arriva a una spesa complessiva per le casse pubbliche di 30.699,23 euro.